Era ai domiciliari, continua a maltrattare la madre, finisce in carcere

Era ai domiciliari, continua a maltrattare la madre, finisce in carcere

I Carabinieri della Stazione di Città di Castello, hanno dato esecuzione ad un provvedimento restrittivo emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Perugia a carico di un 57enne del posto. L’uomo, che già stava espiando una pena detentiva per simulazione di reato presso l’abitazione dell’anziana madre, qualche giorno prima di Natale era stato denunciato in stato di libertà dai militari per l’ipotesi di reato di maltrattamenti in famiglia, poiché avrebbe più volte maltrattato verbalmente l’anziana madre che, al culmine della sopportazione, aveva accusato un lieve malore venendo trasportata presso l’ospedale di Città di Castello ove era stata trattenuta in osservazione.


Fonte: Procura della Repubblica di Perugia


Sulla scorta di tale denuncia e di altre inosservanze alle prescrizioni collegate alla misura alternativa commesse dal 57enne, il Magistrato di Sorveglianza di Perugia, preso atto della evidente incompatibilità delle suddette condotte con la misura in atto, ha quindi stabilito la sospensione della detenzione domiciliare disponendo l’immediata carcerazione. Esperite le formalità di rito, il 57enne è stato associato alla Casa Circondariale di Perugia, in attesa che il Tribunale di Sorveglianza si pronunci in merito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*