Trasporto pubblico scolastico, Lega: “Imprese locali con più di trenta associati sostituite da azienda di Frosinone”

 
Chiama o scrivi in redazione


Trasporto pubblico scolastico, Lega: “Imprese locali con più di trenta associati sostituite da azienda di Frosinone”

Trasporto pubblico scolastico, Lega: “Imprese locali con più di trenta associati sostituite da azienda di Frosinone”

Dopo oltre trent’anni di impeccabile e onorato servizio, il C.A.R.A.T. soc. coop. (Consorzio Autonoleggiatori Riuniti Alto Tevere) non si occuperà più del trasporto pubblico scolastico a Città di Castello e San Giustino in seguito alla conclusione della procedura di gara e come stabilito nella determina dirigenziale del 19 dicembre scorso.


Fonte: Lega Umbria


“Di certo non un buon inizio anno per le nostre imprese del settore – affermano i consiglieri regionali della Lega Umbria, Manuela Puletti, Valerio Mancini, e il consigliere comunale di San Giustino, Corrado Belloni che, insieme all’Onorevole Riccardo Augusto Marchetti si sono più volte occupati della questione – di fatto un importo di oltre 2 milioni di euro per le tre annualità previste dall’affido, non rimarranno più nelle casse delle imprese dell’Alto Tevere, causando così un danno all’economia locale e ai lavoratori. Pur nel riconoscere alla gara di affidamento la piena legittimità, siamo rammaricati che imprese locali con più di trenta associati verranno sostituite dall’azienda di Frosinone vincitrice della gara.

Ad oggi non abbiamo nulla da eccepire, – proseguono i leghisti – ma resta l’amarezza di dover fare a meno del servizio di un’azienda che ha sempre lavorato con estrema professionalità per i nostri ragazzi, garantendo puntualità e sicurezza. Ci domandiamo cosa pensano nel merito i Sindaci di Città di Castello e San Giustino e se sono pronti a sostenere i lavoratori qualora siano in difficoltà – rimarcano i leghisti – agli amministratori dei due comuni consigliamo di seguire le vicende che riguardano il loro territorio prima di preoccuparsi di ciò che accade nelle altre città”.

Intanto, in qualità di consigliere comunale di Città di Castello, Mancini fa sapere di aver già depositato una richiesta di accesso agli atti in merito alla gara e di aver richiesto una seduta di commissione sullo stesso argomento. “Ancora una volta – riprendono i leghisti – esprimiamo pieno sostegno a chi ha perso un’opportunità di lavoro nel comune tifernate. A nome di tutta la Lega Altotevere e del suo segretario Giorgio Baglioni – concludono – ringraziamo il Carat per il lavoro svolto in questi anni”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*