Donazione della Santa Spina, dal 16 al 23 agosto

 
Chiama o scrivi in redazione


Donazione della santa spina

Dal 16 al 23 agosto 2015 il borgo di Montone torna ad essere la capitale di una rievocazione storica tra le più interessanti dell’Umbria: La Donazione della Santa Spina, tanto da avere anche il riconoscimento del patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’ UNESCO.
A Montone fervono gli ultimi preparativi per rendere tutto perfetto e perché il Medioevo torni a rivivere in tutto il suo splendore all’interno delle antiche mura. Una cittadina dalla qualità urbana ed architettonica di grande livello tanto da avere il riconoscimento di “Borghi più belli d’Italia” e del marchio “Bandiera Arancione” del Touring Club Italia. La regia dell’evento è della Pro Loco Montonese.

Cenni Storici
La Donazione della Santa Spina è la rievocazione di un fatto realmente accaduto nel 1473, nel borgo medioevale di Montone, quando il condottiero Carlo Fortebracci, figlio di Braccio Fortebraccio, combattendo per la Repubblica di Venezia, riuscì a cacciare i Mori dai confini veneti. Grazie a questo ebbe in compenso una spina della corona di Gesù Cristo che a sua volta la portò in dono al popolo di Montone. La Santa Spina, posta dal 1635 in un bellissimo reliquiario d’argento, finemente cesellato e restaurato di recente, viene oggi custodita dalle suore del Convento di S. Agnese ed è esposta due volte all’anno: ogni Lunedì dell’Angelo e la penultima domenica di agosto.

Novita’ e sintesi programma 2015
Nel calendario della manifestazione ogni giorno ci saranno eventi in grado di far calare i visitatori in una suggestiva atmosfera antica: tutte le sere infatti le vie del borgo saranno animate da spettacoli di focolieri, giocolieri e sbandieratori medioevali, personaggi in costume d’epoca, esposizioni di mestieranti medioevali e l’ottima cucina delle caratteristiche Taverne rionali (aperte tutte le sere) con profumi e sapori antichi.

Si comincia domenica 16 agosto con la presentazione delle nobili Dame che si contendono il ruolo di Margherita Malatesta, Castellana di Montone.

Le sere del 17, 19, 20 e 21 agosto rivivranno coinvolgenti rappresentazioni di vita medioevale nei più caratteristici angoli del borgo; il 18 i tre Rioni che si contendono il palio: Porta del Borgo, Porta del Monte e Porta del Verziere, si sfideranno in un’avvincente gara di tiro con l’arco storico. La sera del 22 avverrà la proclamazione del rione vincente e della sua Castellana e domenica 23 le celebrazioni termineranno con il Gran Corteo Storico per le vie del paese e l’ostensione del reliquiario che contiene la Sacra Spina.

Ci sarà spazio anche per l’approfondimento culturale con la conferenza “Braccio da Montone: condottiero e uomo politico” del Prof. Erminia Irace (sabato 22 agosto ore 11.00) e la mostra fotografica “40 anni nelle vesti di Margherita Malatesta” che raccoglie le foto delle Dame Castellane che si sono avvicendate nel corso degli anni. Quest’anno la manifestazione sarà arricchita dalla presenza del Presidente della Regione polacca Warmia-Masuria M.llo Gustaw Marek Brzezin accompagnato da una delegazione di cavalieri in costume appartenenti alla rievocazione della battaglia di Grunwald (1410), partner per un progetto europeo su Braccio Fortebraccio da Montone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*