Terremoto, esercitazione ad Umbertide per prepararsi ad affrontare le emergenze  

da Valentina Santucci
UMBERTIDE – Si è svolta questa mattina ad Umbertide l’esercitazione di Protezione Civile organizzata dal Servizio Regionale di Protezione Civile della Regione Umbria che ha coinvolto il C.O.C. (Centro operativo comunale) e il Gruppo comunale di Protezione civile. L’allarme è scattato alle ore 9,30; l’emergenza da affrontare era un terremoto di magnitudo 5.6 con epicentro in località Corlo (Montone).

Immediatamente il sindaco Marco Locchi che, in caso di emergenza, assume la direzione e il coordinamento dei servizi di soccorso, ha provveduto a convocare il presidio operativo che, valutato il livello di gravità della situazione, ha ritenuto necessario allestire il C.O.C. e attivare le relative procedure di emergenza. Nello specifico sono state messe in moto le funzioni necessarie a gestire particolari situazioni, dall’istituzione di un punto di primo soccorso all’allestimento di un centro di accoglienza, dai sopralluoghi tecnici per verificare l’agibilità degli edifici fino all’attività di informazione e comunicazione ai cittadini. I tecnici del Servizio Regionale di Protezione Civile, presenti in Comune per osservare la gestione dell’emergenza, hanno infatti fornito indicazioni sull’evolversi della situazione sulla base delle quali i componenti del C.O.C. sono stati chiamati ad attivare le misure necessarie, operazioni che sono state simulate ma che è estremamente importante saper gestire al meglio in caso di reale emergenza. Per rendere ancora più completa l’esercitazione è stata effettuata anche una prova di evacuazione della scuola primaria Garibaldi.

L’esercitazione è stata un’utile occasione per testare il sistema di intervento in caso di emergenza e per verificare anche eventuali criticità sulle quali poi si è aperto un dibattito insieme agli esperti della Protezione Civile al fine di migliorare gli interventi da mettere in campo a tutela dell’incolumità pubblica dei cittadini.

L’esercitazione è stata inoltre la prima vera occasione per il Coordinamento di Protezione civile dell’Alta Umbria, costituitosi nella primavera del 2013, di testare le modalità operative e di coordinamento tra le associazioni e i Gruppi Comunali aderenti e le altre componenti del Sistema di Protezione Civile Regionale, dal momento che l’esercitazione ha coinvolto, oltre ad Umbertide, anche i Comuni di Montone e Pietralunga. In particolare nel Comune di Montone, individuato come epicentro del sisma, l’esercitazione proseguirà anche nelle giornate di domani e domenica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*