Riammessa dal consiglio di Stato la lista “Civici x Città di Castello”

 
Chiama o scrivi in redazione


si eliminerà l'acqua stagnante

Riammessa dal consiglio di Stato la lista “Civici x Città di Castello”

Civici X Città di castello è stata riammessa alla competizione elettorale. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato che ha accolto la richiesta e annullato «la determinazione della 1^ Sottocommissione elettorale circondariale di Perugia di esclusione della lista» come si legge a pagina sei della sentenza.

A questo punto, quando mancano quattordici giorni alle elezioni, Luciana Bassini potrà contare sulle cinque liste iniziali: Civici X Città di Castello, Castello Cambia, Unione civica Tiferno, Movimento 5 Stelle e Sinistra Civica Progressista.

L’annuncio è arrivato questa mattina (sabato 18 settembre).

«Civici x è stata riammessa con la sentenza del Consiglio di Stato, emessa la mattina di sabato 18 settembre – ha detto la Bassini – Torniamo ad essere 5 liste nella coalizione. Sono molto felice per la sentenza: dimostra quello che abbiamo sempre sostenuto, ovvero che le responsabilità non erano da imputarsi alla lista o ai candidati. Insieme proseguiamo questa campagna elettorale»

«Siamo molto soddisfatti per la riammissione della Lista Civici X alla competizione elettorale di Città di Castello; questa storia fatta di esclusioni, ricorsi e riammissioni dimostra quanto noi Civici X siamo ostinati nel perseguire il nostro fine, cioè, più cultura e più sociale a Città di Castello. La nostra immagine è stata danneggiata, non abbiamo potuto fare il 50 % della campagna elettorale ufficiale, ma il nostro impegno non è mai venuto meno. Noi ci siamo, corriamo per Luciana Bassini e vogliamo essere noi che con le nostre preferenze faranno vincere la gara finale, proprio come a Tokyo dove la nostra staffetta ha sorpreso tutti» ha detto Massimo Dottorini, capolista Civici X Città di Castello.

Lorenzo Anania, altro candidato, ha sottolineato «Le proposte elettorali sono chiare: “Città di Castello ha tutte le caratteristiche per essere uno dei poli culturali più importanti del centro Italia, voglio lavorare a questo: è ora di cambiare  musica con i Civici per Città di Castello”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*