Parata di campioni nazionali di lancio alla pista di atletica a Città di Castello

 
Chiama o scrivi in redazione


Parata di campioni nazionali di lancio alla pista di atletica a Città di Castello

Parata di campioni nazionali di lancio alla pista di atletica a Città di Castello

Secondi e Massetti: “onorati dalla presenza di tanti campioni e orgogliosi dei risultati dei nostri atleti” Parata di campioni alla pista Angiolo Monti, dove ieri si sono dati appuntamento alcuni degli atleti più importanti del settore lanci in Italia.

Nicola Vizzoni, martellista medaglia d’argento alle Olimpiadi di Sidney 2000 e ai Campionati europei di Barcellona nel 2010 attuale responsabile tecnico dei lanci della Fidal ai giochi di Tokyo, ha fatto tappa a Città di Castello con la compagna Claudia Coslovich, primatista italiana assoluta nel lancio del giavellotto e tecnico della nazionale, per salutare il tifernate Giovanni Faloci, il campione italiano di lancio del disco in carica reduce dalle Olimpiadi in Giappone, e seguire gli ultimi allenamenti dell’astro nascente di casa Gregorio Giorgis, primatista italiano juniores di lancio del martello nel 2021 e vice campione nazionale di categoria che tra pochi giorni sarà in gara ai Campionati mondiali di Nairobi, e dell’altra giovane promessa del lancio del martello Cecilia Desideri, reatina ottava ai recenti Campionati Europei Under 23 di Tallin e medaglia d’argento all’ultima Coppa Europa di Spalato, che ha scelto l’impianto del Centro Belvedere per allenarsi in vista dei prossimi impegni sportivi.

“Una bellissima giornata di sport insieme a  campioni straordinari che con la loro presenza onorano Città di Castello e la sua pista di atletica”, hanno commentato il vice sindaco Luca Secondi e l’assessore allo Sport Massimo Massetti, che hanno accolto gli atleti insieme al presidente dell’Atletica Libertas Ugo Tanzi, con i tecnici Lorenzo Campanelli e Paolo Tanzi.

“Per Città di Castello è stato un orgoglio essere rappresentata alle Olimpiadi di Tokyo da Giovanni Faloci, che ha portato in alto il nome della nostra comunità, e sarà un nuovo grande motivo di soddisfazione avere Gregorio Giorgis ai prossimi campionati mondiali di Nairobi”, hanno aggiunto Secondi e Massetti, sottolineando come sia “veramente gratificante la considerazione che il nostro movimento sportivo ha saputo guadagnarsi nel panorama nazionale dell’atletica grazie ai suoi campioni, ma anche allo spirito, alla professionalità e alla serietà dell’Atletica Libertas, che continua crescere giovani di alto livello”.

Vice sindaco e assessore hanno approfittato dell’occasione per invitare gli ospiti alla mostra che sarà dedicata a Raffaello Sanzio nella Pinacoteca comunale a partire dal 18 settembre e per rinnovare la disponibilità dell’impianto gestito da Polisport per la Federazione Italiana Di Atletica Leggera.

“La cosa bella è che ogni volta che vengo a Città di Castello trovo qualcosa di nuovo in questa pista – ha affermato Vizzoni riferendosi alla palestra dell’Atletica Libertas allestita nell’ultimo anno e agli altri interventi in programma – questo è alla base dei risultati importanti che stanno ottenendo i portacolori di questa comunità, perché testimonia che c’è una città che tiene allo sport, con un’amministrazione vicina alle società e agli atleti che cerca di migliorare continuamente le strutture disponibili”.

“Qui avete avuto sempre un grande settore giovanile grazie all’Atletica Libertas, soprattutto un importante movimento dei lanci per merito in particolare di Lorenzo Campanelli, che lavora molto bene in questa specialità”, ha detto Vizzoni, nel complimentarsi con “Giovanni Faloci, che è il fiore all’occhiello dell’atletica tifernate e ha meritato la grande soddisfazione di disputare le Olimpiadi, nelle quali è stato accompagnato dal bellissimo affetto da parte della comunità a cui appartiene” e, insieme a Coslovich, con Gregorio Giorgis, “che ha un buon talento, è molto promettente, e può ben figurare in un palcoscenico importante come quello dei Campionati del mondo”.

Reduce dai festeggiamenti al ritorno a Città di Castello dalle Olimpiadi, Faloci si è detto “felicissimo e stupito dell’entusiastico supporto avuto dai propri concittadini” e non ha nascosto “l’amarezza per non essere riuscito ad esprimersi sui propri standard abituali a Tokyo”, ma ha garantito che l’esperienza gli darà la carica giusta per i prossimi appuntamenti: i campionati mondiali ed europei, le Olimpiadi di Parigi 2024.

“Spero di confermare le mie misure al lancio, ma anche di divertirmi”, ha detto Giorgis, che si è detto fiducioso di poter far bene nell’impegno ai mondiali che l’attende tra pochi giorni, mentre Desideri ha elogiato l’impianto tifernate, in particolare la sua pedana e la sua palestra, manifestando la determinazione a migliorarsi ancora già dalle prossime gare di settembre, dopo l’importante risultato degli ultimi Campionati europei.

“Avere tra noi campioni di questo livello ci inorgoglisce e ci motiva a lavorare ancora di più a supporto dei nostri atleti, Giovanni, Gregorio e tutti gli altri, che seguiamo con il massimo impegno attraverso l’attività della nostra associazione, che consideriamo una grande famiglia”, ha commentato il presidente dell’Atletica Libertas Tanzi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*