In arrivo altri 162 mila euro di sostegni economici per le famiglie bisognose

Calagreti e Mariangeli: “Vicini ai cittadini in difficoltà con misure tempestive”

 
Chiama o scrivi in redazione


In arrivo altri 162 mila euro di sostegni economici per le famiglie bisognose

In arrivo altri 162 mila euro di sostegni economici per le famiglie bisognose

Per attenuare il disagio sociale causato dall’emergenza da Covid-19 le famiglie tifernati avranno la possibilità di accedere a sostegni economici per ulteriori 162 mila euro. La giunta comunale ha deliberato l’emanazione di un avviso pubblico che permetterà di utilizzare le risorse messe a disposizione dal Ministero dell’Interno e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per l’assegnazione di buoni spesa e per il rimborso parziale dei pagamenti delle utenze domestiche (acqua, gas, luce).

Fonte: Comune di Città di Castello

Nell’ambito del finanziamento ministeriale, 23 mila euro saranno destinati ai rimborsi della Tari, portando a 42 mila euro l’ammontare complessivo degli sgravi per le famiglie sulla tassa dei rifiuti. “Possiamo toccare con mano quanto l’emergenza epidemiologica in atto abbia aggravato la condizione delle famiglie e sosterremo i nuovi bisogni dei nostri concittadini con ogni misura di intervento possibile, consapevoli che la coesione di una comunità si costruisce giorno per giorno non lasciando indietro nessuno”, affermano l’assessore alle Politiche Sociali Benedetta Calagreti e l’assessore al Bilancio Mauro Mariangeli. “Già nei prossimi giorni pubblicheremo l’avviso per l’assegnazione dei buoni spesa e dei rimborsi delle utenze domestiche, perché l’obiettivo è quello di procedere in tempi brevi per dare sollievo alle situazioni più critiche, con precedenza a tutti coloro che non hanno ancora goduto, nel 2021, di forme pubbliche di sostegno economico”, sottolinea Calagreti, chiarendo che a beneficiare dell’intervento potranno essere tutti i nuclei familiari con Isee non superiore a 16 mila euro e un patrimonio mobiliare inferiore a 10 mila euro. I contributi potranno andare da 130 a 400 euro a famiglia, in base al numero dei componenti. “Grazie alla destinazione di parte del finanziamento ministeriale – puntualizza Mariangeli – per il 2021 è stata più che raddoppiata l’iniziale disponibilità economica finalizzata ai rimborsi dei pagamenti della tassa sui rifiuti, in modo da dare un ulteriore segnale di attenzione alle famiglie più bisognose, in un contesto generale nel quale i tifernati continuano a dimostrare senso di responsabilità e sensibilità nella corretta gestione della raccolta differenziata”.
L’avviso relativo alla Tari, già pubblicato dall’amministrazione comunale, concede fino al 18 dicembre 2021 per la presentazione delle domande di rimborso delle spese sostenute nel 2020. L’agevolazione riguarda le utenze domestiche ed è rivolta a tutti i cittadini residenti nel territorio comunale tifernate alla data del primo gennaio 2020, che risultino contribuenti della Tari, siano in regola con i pagamenti della tassa relativi all’anno scorso e abbiano un indicatore Isee fino a 16 mila euro. I rimborsi saranno concessi per un importo massimo di 130 euro ai nuclei familiari fino a tre componenti e per un massimo di 180 euro ai nuclei familiari da quattro o più componenti.
Le agevolazioni saranno erogate fino a esaurimento delle risorse economiche stanziate dall’ente sulla base di un’apposita graduatoria, formulata tenendo conto della fascia Isee in ordine crescente. Gli interessati dovranno compilare la domanda reperibile nella sezione “Servizi e Domande online” della homepage del sito istituzionale del Comune di Città di Castello (https://comune.cittadicastello.pg.it) o direttamente al link (https://www.comune.cittadicastello.pg.it/pagina829_portale-dei-servizi-online.html). Ogni nucleo familiare potrà presentare una sola istanza e la domanda dovrà essere corredata da una copia del documento di riconoscimento in corso di validità; da un’attestazione Isee fino 16.000 euro; dalla ricevuta dell’avvenuto pagamento della Tari 2020; dalla copia fronte e retro della cartella o dell’avviso di pagamento della Tari 2020.
La procedura di redazione e invio dell’istanza è esclusivamente telematica. Al fine di permettere a tutti gli aventi diritto di concorrere all’assegnazione dei rimborsi l’amministrazione comunale metterà a disposizione attraverso il Digipass un servizio di assistenza disponibile al numero di telefono 075.8523171 (digitando 3 Digipass in risposta alla voce guida).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*