Covid-19, il sindaco Secondi chiede il ripristino della piena operatività dei centri vaccinali comunali

“inaccettabile che la somministrazione dei vaccini non venga più garantita sette giorni su sette nelle nostre sedi territoriali”

 
Chiama o scrivi in redazione


Sindaco Secondi positivo al covid-19, “Sono a casa in buone condizioni grazie al vaccino"

Covid-19, il sindaco Secondi chiede il ripristino della piena operatività dei centri vaccinali comunali

“Chiediamo che Regione e Usl Umbria 1 ripristinino la piena operatività dei centri vaccinali comunali”. E’ quanto dichiara il sindaco Luca Secondi, segnalando “la forte insoddisfazione dei tifernati, che incontrano difficoltà a prenotare la somministrazione della terza dose di vaccino in tempi rapidi e nella propria città”. “E’ inaccettabile che a Città di Castello non sia più assicurata la disponibilità sette giorni su sette di entrambi i nostri centri vaccinali per la somministrazione dei vaccini”.

Fonte: Comune di Città di Castello


“E’ necessario che l’aspettativa dei cittadini di ricevere al più presto l’immunizzazione dal Covid-19, testimoniata dall’impennata delle prenotazioni anche nel nostro territorio, trovi risposte adeguate e tempestive nei centri vaccinali comunali, che – osserva Secondi –  soffrono una inspiegabile carenza di personale, considerando che l’emergenza causata dalla pandemia non si è certo esaurita”. In questo contesto, il primo cittadino conferma che resta sotto quota 50 il numero di tifernati contagiati, senza ricoveri in ospedale, visto che ieri l’Usl Umbria 1 ha registrato a Città di Castello due guarigioni e nessun nuovo caso di positività al Covid-19.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*