Scavalca il muretto del ponte per lanciarsi sul Tevere, salvata in extremis

Scavalca il muretto del ponte per lanciarsi sul Tevere, salvata in extremis

Scavalca il muretto del ponte per lanciarsi sul Tevere, salvata in extremis

Una giovane donna in preda a una crisi depressiva ha tentato di porre fine alla sua vita lanciandosi dal ponte del fiume Tevere a Città di Castello. La donna aveva già scavalcato il muretto del ponte, pronta a lanciarsi nel vuoto, quando è stata notata da alcuni passanti. Questi ultimi hanno immediatamente allertato il Numero Unico di Emergenza – NUE – 112.

In risposta all’allarme, sono intervenuti sul posto i Vigili del Fuoco, un’ambulanza e una pattuglia della Stazione Carabinieri di Trestina. I militari hanno immediatamente cercato di instaurare un dialogo empatico con la donna, nel tentativo di dissuaderla dal compiere il tragico gesto.

Grazie alla fiducia e alla partecipazione emotiva instaurate, la donna ha permesso ai Carabinieri di avvicinarsi a lei. Questo ha permesso ai militari di afferrarla e trarla in salvo prima che potesse compiere l’irreparabile.

Dopo il salvataggio, la giovane è stata affidata alle cure dei sanitari presenti sul posto. È previsto un ulteriore supporto psicologico per aiutarla a superare la crisi. Questo incidente sottolinea l’importanza della vigilanza e dell’intervento tempestivo in situazioni di crisi, e il ruolo cruciale che le forze dell’ordine e i servizi di emergenza svolgono nel proteggere la vita umana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*