Rimborso Tari a Città di Castello: prorogato il termine e Isee più alto

 
Chiama o scrivi in redazione


Rimborso Tari con Isee fino a 10mila euro: già 129 tifernati hanno fatto domanda

Rimborso Tari a Città di Castello: prorogato il termine e Isee più alto

Due bandi per ristori e tecnologia. Sarà prorogato il termine – inizialmente previsto domani 2 dicembre 2020 – delle domande di rimborso sulla Tari del 2019 per i tifernati con l’Isee sotto una certa quota, che fino ad oggi era di 10mila euro ma che “in vista della proroga sarà ritoccato al rialzo fino a 16mila euro, così da consentire un’estensione notevole della platea degli aventi diritto. Ci sono ancora risorse e ne metteremo altre per 12mila euro, arrivando a 42mila euro, per sostenere il reddito delle famiglie” annuncia l’assessore alle Politiche sociali Luciana Bassini, aggiungendo che “sempre domani come zona sociale pubblicheremo due bandi, finanziati con fondi europei dalla Regione Umbria, si chiamano Noi Insieme e Family Tech e intervengono economicamente a favore di  persone che al momento della presentazione della domanda non hanno reddito.

Noi insieme prevede che il contributo sarà dato come voucher per beni alimentari o di prima necessità per 2400 euro più 300 euro per costi di utenze. Ci sarà un elenco di esercizi su scala di zona disponibili a prendere voucher. A questo si aggiunge un percorso per uscire dal bisogno. C’è poi il Family Tech, per ridurre il divario digitali nelle famiglie dove ci sono minori: un voucher da 600 euro, incompatibile con la misura governativa e anche in questo caso ci sarà un elenco”. Bandi e domande on line sul sito del comune di Città di Castello, www.cittadicastello.gov.it.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*