Paolo Eleuteri Serpieri, Universi Paralleli, tra Western, Eros e Fantascienza

 
Chiama o scrivi in redazione


Paolo Eleuteri Serpieri, Universi Paralleli, tra Western, Eros e Fantascienza

“Una mostra su Paolo Eleuteri Serpieri come non l’avete mai vista!” Dove si può visitare? A Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, splendida dimora rinascimentale nel centro storico di Città di Castello. Qui, gli instancabili “Amici del Fumetto”, capitanati dal presidente Gianfranco Bellini, avvalendosi della preziosa collaborazione di Piero Alligo, in occasione della diciannovesima edizione della Mostra Nazionale del Fumetto hanno allestito “la mostra più completa dedicata al grande illustratore romano.

Inaugurata l’11 settembre l’esposizione, arricchita da uno splendido catalogo edito da “Lo Scarabeo”, sarà visitabile fino al 24 ottobre: dodici sale che ripercorrono oltre quarant’anni dell’attività artistica di Serpieri, illustratore di rilevanza internazionale, noto per lo più per essere il “padre” di Druuna, la bellissima e sensualissima protagonista delle storie di tematica fantascientifica. Le difficoltà per la realizzazione dell’edizione 2021 di Tiferno Comics non sono mancate, soprattutto a causa del Covid-19, ma Città di Castello gli “Amici del Fumetto” non si sono fermati ed hanno sfruttato questi mesi per organizzare una mostra che, seguendo le orme delle due precedenti, “è sicuramente di altissima qualità per la ricchezza di materiale, bellezza e unicità del genere”.

Così il presidente Gianfranco Bellini sintetizza la mostra dal titolo “Paolo Eleuteri Serpieri – Universi Paralleli tra Western, Eros e Fantascienza”, che celebra il sorprendente talento artistico di questo straordinario interprete del fumetto, nato come pittore allievo di Renato Guttuso, e passato al fumetto con il western negli anni ’70, per poi travalicare i confini nazionali con le proprie opere di fantascienza erotica e con il suo personaggio iconico Druuna. Nelle splendide sale del piano nobile di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio si possono ammirare tavole, copertine, quadri in un intrigante percorso espositivo che accompagnerà con quasi 300 opere i visitatori: un viaggio che parte dal western dalla grande frontiera americana fino ad arrivare in un mondo post apocalittico con la superba fisicità di Druuna.

È una mostra, ma potrebbe essere considerata una collettiva: sì, perché le opere di Serpieri dialogano con quelle di altri 64 grandi disegnatori italiani. Le opere, suddivise in tematiche creano, così, un percorso storico unico e completo della storia del fumetto italiano che si può continuare a leggere e ripercorrere nel catalogo impreziosito dai testi dei maggiori esperti della materia. L’edizione 2021 presenta anche una particolarità: oltre la scenografia, abilmente curata nel dettaglio sala per sale, comprende uno spazio “a luci rosse”: una stanza, vietata ai minori, dove sono esposti i disegni di carattere fortemente erotico realizzati da Serpieri nel corso della sua carriera.

Se quest’anno, a causa delle restrizioni legate alla pandemia l’evento, l’evento sicuramente più atteso di questo mese tifernate legato al fumetto, ovvero la mostra mercato non può essere organizzato, non mancano, però gli eventi collaterali. Continua, infatti, la collaborazione con la casa editrice Kleiner Flug, nota nel panorama nazionale per la pubblicazione di eventi storici e storie di personaggi a fumetti, e la celebrazione dei grandi anniversari della storia.

Dante Alighieri e Napoleone Bonaparte saranno i protagonisti di quest’anno, in occasione del settecentenario e duecentenario della morte. Sabato 25 settembre l’appuntamento è, alle ore 11 nel loggiato del Parco Vitelli a Sant’Egidio, con Angelica Regni, che ha disegnato i fumetti legati alla Divina Commedia. La mostra di Serpieri è visitabile fino al 24 ottobre, dal giovedì alla domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19.30

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*