E45, chiusura viadotto Puleto, occorrono azioni immediate

E45, chiusura viadotto Puleto, occorrono azioni immediate

La chiusura del viadotto ‘Puleto’ è stata disposta a seguito di una segnalazione di un cercatore di tartufi e non dall’ente preposto al controllo e alle ispezioni periodiche. Come è possibile? Di fronte ad una situazione così grave ognuno si deve far carico del problema, e le Amministrazioni locali devono avere il sostegno di tutti per agire con autorevolezza e pretendere azioni immediate per dare una prima risposta alle esigenze dei cittadini e delle imprese, a partire dallo stanziamento di risorse certe e dalla predisposizione di tutti gli atti necessari per accelerare i tempi.

Il ministro Delrio nel 2015 aveva autorizzato sul bilancio pluriennale dello Stato 1,6 miliardi per lavori strutturali sulla E45 riguardanti manutenzione straordinaria del fondo stradale, barriere di sicurezza e messa in sicurezza di ponti e viadotti.

Nel tratto umbro sono stati già effettuati lavori per circa 80 milioni di euro. Come Pd chiediamo a tutti i rappresentanti politici del nostro territorio, di qualunque parte politica, di utilizzare ogni strumento utile per attenzionare al ministero delle infrastrutture e dei trasporti la grave situazione che si è venuta a creare, per insistere affinché si trovino le risorse necessarie per un intervento strutturale e definitivo di messa in sicurezza e affinché Anas faccia la sua parte anche nel tratto toscano-emiliano dell’E45, che da decenni è oggetto di continue interruzioni a causa dei lavori.

Filippo Corbucci, consigliere comunale Umbertide

https://www.facebook.com/CapogruppoPDumbertide/

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*