Coronavirus, aumentano i casi positivi a Città di Castello, da 9 passano a 12


Scrivi in redazione

Emergenza Covid-19, a Umbertide sono 4 i casi positivi

Coronavirus, aumentano i casi positivi a Città di Castello, da 9 passano a 12

“Come già preannunciato nell’incontro di ieri, aggiorniamo la situazione rispetto all’emergenza Coronavirus. Lo dichiara il sindaco sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta. Ai 9 casi accertati se ne sono aggiunti altri quattro a cui va la nostra vicinanza. I cittadini si stanno attenendo alle istruzioni anche se è molto sacrificante per i bambini e i più giovani. Anche ieri auto con i megafoni hanno inviato a stare a casa, come se ci fosse il coprifuoco. Questo è quanto dobbiamo fare adesso. Stare a casa. Ci stiamo adoperando per fornire di strumenti di protezione gli operatori sanitari anche se non è nostra competenza diretta.

La Asl Umbria ha garantito che quanto prima questa carenza verrà risolta: sia per l’ospedale che per la Casa di riposo Muzi Betti. Agli operatori sanitari va la nostra solidarietà umana su cui ricade un peso grande di questa crisi e che stanno già pagando un prezzo in termine di contagio. Domani partirà la sanificazione, che sarà costante, non una tantum, in tutto il territorio comunale. Non debellerà il Coronavirus e di questo dobbiamo essere consapevoli ma serve a tranquillizzare i cittadini. Voglio ringraziare SOGEPU e Fat, che ci fornisce i mezzi, che se ne occuperanno.

Non sappiamo quando finirà questa vicenda: in questa fase noi non registriamo un’espansione ma questo dato è provvisorio. Il virus è imprevedibile e molto contagioso quindi dobbiamo attendere gli sviluppi. Come mi ha detto una mia amica infermiera, servirebbe un tampone collettivo, per arginare velocemente la diffusione, perché probabilmente le positività sono più di quelle certificate.

Non so se questo sarà possibile nel frattempo dobbiamo continuare a rispettare le regole e a lavorare senza fare polemiche. Il consigliere comunale che le ha sollevate – non merita neanche di essere citato –  avrebbe dovuto rivolgerle alla Regione e non al Comune, dato che non sono di sua competenza. Io di polemiche non ne faccio. Cerco di essere costruttivo. La Regione fa quello che può, abbiamo chiesto che gli operatori possano contare su mascherine e quanto serva a mantenere la sicurezza nel luogo di lavoro. Abbraccio idelamente tutti coloro che sono in prima linea, che meritano un grande apprezzamento perché solo sono davvero in guerra e in trincea”.

Da domani, mercoledì 18 marzo, l’amministrazione comunale di Città di Castello attiverà un intervento di sanificazione delle strade di tutto il territorio che si protrarrà in maniera continuativa per l’intero periodo dell’emergenza da Corovanirus. Il servizio sarà svolto settimanalmente da Sogepu attraverso le proprie macchine spazzatrici, che opereranno nel capoluogo nelle fasce orarie mattutine abituali, in collaborazione con i trattori dotati di autobotte che in questa fase iniziale saranno messi a disposizione dalla Fattoria Autonoma Tabacchi e saranno su strada nelle frazioni dalle ore 6.00 alle ore 9.00.

Le operazioni saranno eseguite senza alcun onere per il Comune. Per consentire un trattamento più efficace i cittadini sono invitati a parcheggiare i veicoli in modo da non intralciare il passaggio dei mezzi per la disinfezione, preferendo la sosta nei garage privati e nei posteggi pubblici. Alla disinfezione a terra si aggiungerà un intervento di sanificazione verticale mediante nebulizzazione, attraverso i mezzi di un’azienda specializzata che nei prossimi giorni saranno in azione nell’intero territorio comunale.

“Abbiamo ritenuto importante far sentire ai cittadini l’attenzione e la vicinanza dell’amministrazione comunale anche sotto questo profilo di intervento, in modo da aumentare la percezione di sicurezza che è un indispensabile fattore di tranquillità in una situazione di emergenza come quella che stiamo vivendo”, affermano il vice sindaco Luca Secondi e l’assessore all’Ambiente Massimo Massetti, nel puntualizzare comunque che “la sanificazione delle strade non è ritenuta dagli enti preposti un fattore in grado di contrastare realmente la diffusione del Coronavirus, che invece è arginata efficacemente dall’adozione dei comportamenti individuali corretti indicati nei decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri che continuiamo a raccomandare ai cittadini: restare a casa, rispettare le distanze tra individui, evitare assembramenti e adottare dispositivi di protezione individuale”.

Insieme al sindaco Luciano Bacchetta, Secondi e Massetti rivolgono “un sentito ringraziamento alla Fattoria Autonoma Tabacchi, che ha dato un segnale importante dello spirito di solidarietà che contraddistingue il mondo agricolo, e a Sogepu, che si è prontamente attivata per garantire in tutto il territorio comunale un servizio non episodico e di facciata, ma strutturato e continuativo, a beneficio dell’intera collettività”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*