Città di Castello, restauro della cappella della Madonna delle Grazie 

 
Chiama o scrivi in redazione


Città di Castello, restauro della cappella della Madonna delle Grazie. I lavori sono stati avviati nello scorso mese di settembre
Città di Castello, restauro della cappella della Madonna delle Grazie. I lavori sono stati avviati nello scorso mese di settembre

Città di Castello, restauro della cappella della Madonna delle Grazie 

Da alcuni mesi la Parrocchia di Santa Maria delle Grazie è impegnata nel restauro della cappella del santuario, dove si venera la Patrona di Città di Castello e della Diocesi. È un luogo ricco di fede, storia e arte caro a tutti i Castellani.

I lavori sono stati avviati nello scorso mese di settembre e al momento sono stati già completati l’adeguamento antisismico, l’installazione dell’impianto di riscaldamento a pavimento e il montaggio delle nuove mattonelle in cotto, ma il progetto prevede anche la collocazione di una vetrata per poter riscaldare la cappella nei mesi invernali, il restauro degli affreschi e della cornice in pietra del portale laterale.

L’impegno economico è notevole e in buona parte è sostenuto da un contributo della Conferenza Episcopale Italiana attraverso i fondi del’8×1000 alla Chiesa Cattolica. La parte rimanente è a carico della Parrocchia.

LEGGI ANCHE – A Città di Castello, chiesa della Madonna delle Grazie dichiarata inagibile

In considerazione del profondo legame religioso, storico e culturale del santuario delle Grazie con la città, il Consiglio Parrocchiale Affari Economici fa appello a tutti i cittadini perché, sull’esempio di quanto avvenuto nelle generazioni passate, anche oggi rinnovino il loro impegno a mantenere e abbellire un luogo così significativo.

I lavori si possono sostenere in tre modi:

  1. Acquistando una mattonella per un importo minimo di 50 Euro;
  2. Sostenendo il restauro di una lunetta affrescata con 1.500 o 3.000 Euro (rispettivamente per le piccole e le grandi);
  3. Devolvendo una offerta libera.

Le offerte si possono consegnare direttamente al Parroco, all’Associazione “Le Rose di Gerico” o devolvere tramite versamento su c/c bancario utilizzando il codice IBAN IT75Z0834521600000000004738. L’appello è rivolto alle associazioni, ai club service e ai privati. Grazie a tutti coloro che ci aiuteranno a mantenere un significativo bene culturale e a trasmettere alle nuove generazioni la fede in Gesù Cristo, la devozione a Maria e l’amore per l’arte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*