Città di Castello, proclamata ufficialmente l’elezione del sindaco e dei consiglieri comunali

 
Chiama o scrivi in redazione


Città di Castello, proclamata ufficialmente l’elezione del sindaco e dei consiglieri comunali

Città di Castello, proclamata ufficialmente l’elezione del sindaco e dei consiglieri comunali

L’Ufficio Elettorale Centrale ha provveduto nella giornata di oggi a ratificare i risultati del ballottaggio e a proclamare l’elezione del sindaco Luca Secondi, che ha ottenuto il consenso di 8.077 elettori (pari al 51,40 per cento dei voti validi), e dei consiglieri comunali che faranno parte dell’assemblea elettiva di Città di Castello. Siederanno sugli scranni dell’aula consiliare 15 consiglieri sui 24 totali della coalizione uscita vincente dalla competizione, più il primo cittadino eletto, mentre alla minoranza andranno 9 rappresentanti.


da Marco Baruffi, Giornalista
Staff Sindaco – Area Comunicazione


Nella maggioranza consiliare il Partito Democratico, che ha ottenuto 3.294 voti (17,20 per cento), sarà rappresentato da otto consiglieri: Maria Grazia Giorgi (274 preferenze), Gionata Gatticchi (270), Letizia Guerri (224), Massimo Minciotti (191), Roberto Brunelli (188), Mauro Mariangeli (183), Federico Bevignani (156), Rodolfo Braccalenti (147).
I Socialisti per Città di Castello, che hanno ottenuto 1.831 voti (9,56 per cento), porteranno in consiglio comunale quattro rappresentanti: Luciano Bacchetta (452), Riccardo Carletti (388), Benedetta Calagreti (177) e Loriana Grasselli (103).

Per la Lista Civica Luca Secondi Sindaco (1.424 voti, pari al 7,44 per cento) ci saranno tre consiglieri: Michela Botteghi (168), Claudio Serafini (98) e Fabio Bellucci (87).
La candidata sindaco Luciana Bassini, che al ballottaggio ha ottenuto 7.638 voti, pari al 48,60 per cento, siederà tra i banchi della minoranza insieme a Filippo Schiattelli (304), in rappresentanza dell’Unione Civica Tiferno (1.737 voti al primo turno, pari al 9,07 per cento), ed Emanuela Arcaleni (291) per Castello Cambia (1.141, pari al 5,96 per cento).

Il candidato sindaco Roberto Marinelli (che ha ottenuto 4.476 voti al primo turno, pari al 21,72 per cento) entrerà in consiglio comunale con Silvia Norgiolini (229) per la Lista Marinelli Sindaco (1.478 voti, pari al 7,72 per cento) e Valerio Mancini (168) per la Lega Salvini Città di Castello (2.388 voti, pari al 12,47 per cento).

A completare lo schieramento di opposizione saranno il candidato sindaco Andrea Lignani Marchesani (che ha ottenuto 4.353 voti al primo turno, pari al 21,12 per cento), insieme a Elda Rossi (255) e Riccardo Leveque (254) di Fratelli d’Italia (2.298 voti, pari al 12 per cento).

  • Primo giorno al fianco dei cittadini

Primo giorno al fianco dei cittadini per il sindaco Luca Secondi, che ha incontrato i dipendenti della ex Fisadorelli in sciopero. “Vicini ai lavoratori e alle famiglie per trovare una soluzione che tuteli posti di lavoro e professionalità”. “Lavorerò per una squadra di giunta espressione delle migliori energie della città e per una macchina amministrativa capace di garantire ai cittadini risposte celeri e di qualità”. La dedica ai genitori: “mi hanno insegnato tutto quello che mi ha portato a diventare sindaco”.

“Il mio primo giorno da sindaco non poteva che essere vicino ai cittadini e per questo ho ritenuto doveroso e importante portare la mia solidarietà ai dipendenti della ex Fisadorelli, della cui situazione ci faremo carico per quanto di nostra competenza con l’obiettivo di trovare una soluzione che permetta di tutelare i posti di lavoro”. E’ quanto dichiara a proclamazione avvenuta il sindaco di Città di Castello Luca Secondi, che ha incontrato le maestranze dell’Industria Umbria Spa (ex Fisadorelli) da ieri hanno in sciopero contro la decisione della proprietà di delocalizzare la produzione a Fossato di Vico a partire da gennaio 2022. “Saremo al fianco dei lavoratori e alle loro famiglie che sono stati messi in una condizione di grande difficoltà dalla decisione della proprietà di cambiare il piano industriale e delocalizzare l’attività”, spiega Secondi, nel dare il proprio appoggio all’azione dei sindacati proclamato Slc-Cgil e Fistel-Cisl “che hanno chiesto all’azienda l’apertura di un confronto per scongiurare la chiusura di una realtà produttiva storica di Città di Castello”.

“Siamo convinti che il sano modo di fare impresa sia quello di valorizzare il territorio di riferimento e siamo pronti a sostenere tutte le iniziative che permettano di salvaguardare i livelli occupazionali e la professionalità dei lavoratori coinvolti nella vicenda”, afferma il sindaco. Subito dopo la proclamazione, Secondi ha avviato la programmazione del lavoro dei prossimi giorni. “La nuova giunta sarà frutto delle valutazioni che farò con le forze politiche della coalizione che mi ha sostenuto e sarà rappresentativa delle migliori energie ed esperienze della città”, chiarisce il sindaco, nel preannunciare il primo impegno: “assicurare che la macchina amministrativa sia in grado di funzionare al meglio per offrire ai cittadini risposte celeri e di qualità”.

“Ci sarà una nuova stagione di concorsi per il reclutamento delle professionalità necessarie a settori strategici per il governo della città come l’edilizia e lo sviluppo economico – sottolinea Secondi – ma anche una riorganizzazione interna finalizzata a garantire l’efficacia dell’azione amministrativa”. I primi impegni da sindaco sonio stati affrontati con un pensiero per la famiglia. “Inizio un percorso che mi responsabilizza molto e mi motiva a dare il meglio di me per la mia città – dichiara Secondi – sentendo di dover ringraziare per primi i miei genitori, che mi sono stati sempre vicini e mi hanno portato fino a qui, insegnandomi i veri valori della vita, insieme all’importanza dello studio, del lavoro e del sacrificio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*