Centro socio culturale di San Francesco. Firmato contratto lavori

Centro socio culturale di San Francesco. Firmato contratto lavori

Centro socio culturale di San Francesco. Firmato contratto lavori

Di Tommaso Benedetti

E’ stato firmato il contratto fra il Comune di Umbertide e l’impresa aggiudicataria dei lavori che riguarderanno il Centro socio culturale di San Francesco per una somma pari a 990mila euro. Il contributo è stato assegnato al Comune di Umbertide nell’ambito degli investimenti in progetti di rigenerazione urbana, confluiti poi nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Gli interventi di riqualificazione e ristrutturazione riguarderanno principalmente: – il risanamento delle facciate esterne ed interne del chiostro; – il rifacimento degli infissi del piano primo; – il rimaneggiamento del manto di copertura comprensiva di posa in opera di guaina impermeabilizzante; – un intervento di “alleggerimento” della copertura del salone del piano primo; – la ripavimentazione del piano primo e un nuovo impianto di climatizzazione.

L’ultimo intervento di ristrutturazione, infatti, risale a venti anni fa e l’obiettivo attuale è quello di rendere il centro ancora più funzionale per permettere ai cittadini e alle tante realtà associative socio culturali, di poterlo vivere in tutta la sua pienezza, offrendo ancora più servizi alla comunità territoriale.

Lavori di ristrutturazione sui quali l’amministrazione ha fortemente puntato vista la rilevanza della struttura per la comunità umbertidese.

Un altro cantiere, dunque, prenderà presto il via, permettendo così di andare a ristrutturare il bellissimo ex convento diventato nel tempo un importante luogo per le tante associazioni di Umbertide che in futuro vedranno i loro spazi più ampi e confortevoli. “L’ex convento, con i suoi locali e il chiostro, rappresentano un complesso architettonico che è sede oramai consolidata delle principali attività e iniziative culturali e sociali del paese – affermano il sindaco Luca Carizia e l’assessore ai lavori pubblici Alessandro Villarini – Un punto di ritrovo utile alle tante associazioni presenti nel nostro territorio, che tutti i giorni si impegnano per aiutare i nostri cittadini e la nostra comunità”.

Si prevede quindi a breve l’inizio dei lavori che dovrebbero durare all’incirca un anno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*