Allontanamento da Umbertide: 28enne straniero espulso per comportamenti pericolosi

Provvedimento emesso dal Questore di Perugia a seguito di minacce e violazioni

Allontanamento da Umbertide: 28enne straniero espulso per comportamenti pericolosi

Allontanamento da Umbertide: 28enne straniero espulso per comportamenti pericolosi

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Stazione di San Giustino hanno eseguito un provvedimento di allontanamento dal Comune di Umbertide nei confronti di un 28enne di origini straniere. Il provvedimento, emesso dal Questore di Perugia, vieta all’uomo di fare ritorno nel comune per un periodo di quattro anni.

L’episodio scatenante risale a marzo scorso. Durante un servizio di pattugliamento, i Carabinieri di Umbertide hanno notato un’auto parcheggiata in modo pericoloso in una zona centrale del comune. Quando i militari hanno invitato il conducente a spostare il veicolo, l’uomo ha inizialmente opposto resistenza, poi ha eseguito una pericolosa inversione a “U”, facendo stridere gli pneumatici.

Dopo aver fermato nuovamente l’auto, i Carabinieri hanno richiesto i documenti di guida al conducente. Invece di consegnarli immediatamente, l’uomo è entrato in un bar vicino, dichiarando che avrebbe fornito i documenti solo all’uscita. Una volta consegnati i documenti, il 28enne ha intimato ai Carabinieri di scrivere chiaramente i loro nomi sui verbali, aggiungendo che li avrebbe cercati successivamente.

Questo comportamento ha portato alla denuncia dell’uomo per violenza e minaccia a pubblico ufficiale. Inoltre, i Carabinieri di Umbertide hanno richiesto l’applicazione del provvedimento di allontanamento dal comune.

Il Questore di Perugia, considerando i numerosi precedenti di polizia a carico dell’uomo – che includono furto, ricettazione, danneggiamento aggravato, lesioni, reati legati agli stupefacenti e porto abusivo di armi – e vista la reiterazione nel tempo di tali comportamenti, ha emesso il provvedimento di allontanamento. Il 28enne è stato ritenuto persona pericolosa per la sicurezza e la tranquillità pubblica.

Il provvedimento prevede il divieto di ritorno nel Comune di Umbertide per quattro anni, con la possibilità di inasprimento della pena in caso di violazione, che potrebbe comportare la reclusione fino a diciotto mesi e una multa fino a 10.000 euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*