Umbertide cambia, istituzioni non sono proprietà di sindaco o maggioranza

 
Chiama o scrivi in redazione


Umbertide cambia, istituzioni non sono proprietà di sindaco o maggioranza

Umbertide cambia, istituzioni non sono proprietà di sindaco o maggioranza

Dopo lo scientifico e vergognoso boicottaggio del Consiglio Comunale da parte del Sindaco e della maggioranza di destra a trazione leghista, è necessario recuperare questa ferita convocando un nuovo consiglio comunale, come peraltro previsto dal Regolamento.

Cogliamo l’occasione per ricordare, in primis al Sindaco, che le Istituzioni non sono una sua proprietà o della maggioranza, ma di tutti perché appunto sopra le parti. Il Sindaco è il supremo custode delle istituzioni democratiche, a partire proprio dal Consiglio dove sono rappresentati gli eletti del popolo sovrano, a cui egli ed i suoi consiglieri hanno negato il basilare diritto di parola e di proposta, violandone le prerogative costituzionali. Un bavaglio agli stessi cittadini che li hanno votati, votati per governare non per cancellare il governo della città.

  • Non sappiamo se si tratti di ignoranza istituzionale o insensibilità politica, ma il grave e oltraggioso atto di disertare il Consiglio è la cartina tornasole del loro agire: nessuna proposta, nessuna azione, nessuna idea, nessun progetto. Il deserto amministrativo, come hanno fatto diventare deserto il Consiglio comunale.

Quando la politica si riduce alla “dittatura della maggioranza” significa che la diseducazione civica è entrata pericolosamente nelle istituzioni. Allora, il nostro impegno civico ci spinge a difenderle fino in fondo, con tutti i mezzi, perché se passa l’idea che l’istituzione rappresentativa di una città possa essere sfregiata perché non bisogna disturbare il lavoro della Giunta (questa la risibile e inconsistente giustificazione del capogruppo della Lega!) allora veramente è finale di partita. Ma questa partita, com’è del civismo responsabile, la giocheremo sempre per l’unità delle istituzioni democratiche, per il confronto costruttivo e propositivo e per il bene e i diritti dei cittadini umbertidesi.

 

Umbertide cambia

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*