SP 100/6 Pistrino, al via i lavori per risanare i ponti al km 3+670

SP 100/6 Pistrino, al via i lavori per risanare i ponti al km 3+670

SP 100/6 Pistrino, al via i lavori per risanare i ponti al km 3+670

Ne dà comunicazione la consigliera Erika Borghesi

Sulla Sp 100 di Pistrino iniziano i lavori di ri-sanamento del ponte in cemento armato che attraversa il fiume Tevere, situato nel tratto 6, all’altezza del km 3+670, ricadente nei comuni di Città di Castello e Sangiustino. In affianca-mento sempre alla stessa chilometrica è presente un vecchio ponte in muratura, adibito solo al passaggio pedonale che necessita di lavori di risanamento.

La spesa complessiva degli interventi è di 250 mila euro di fondi ministeriali.

A darne comunicazione la consigliera provinciale con delega alla Viabilità, Erika Borghesi che spiega come “il primo intervento riguarda un ponte realizzato presumibilmente negli anni 2000 con le barriere di sicurezza stradale in acciaio zincato in buono stato di conservazione. Da un’analisi visiva dell’opera, effettuata dai tecnici, non si evidenziano particolari problematiche alla struttura, ma è necessario sostituire i giunti, il piano viabile e le funzionalità delle forazze laterali per il deflusso delle acque piovane.

Il secondo intervento, invece, è un ponte in muratura di laterizio facciavista, a tre campate, costruito negli anni ’60 in una zona extraurbana, attualmente adibito a percorso pedonale.

La struttura non presenta lesioni del parapetto in corrispondenza degli appoggi (pile) dovute dalle infiltrazioni di acque meteoriche; la pavimentazione in bitume del ponte risulta usurata e dissestata dalla crescita spontanea di arbusti. Con i lavori si procederà a risanare il tutto”.

Per quanto riguarda restrizioni alla viabilità, per il primo intervento è prevista l’istituzione di un senso unico alternato per permettere la sostituzione dei giunti di dilatazione, rifacimento della pavimentazione stradale e trattamento superficiale del calcestruzzo armato. Mentre nel se-condo caso, compatibilmente alle lavorazioni in atto, considerato il ridotto flusso di transito pe-donale è prevista la chiusura dell’infrastruttura fino al termine dei lavori che è previsto per l’estate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*