La Lega di Città di Castello ricorda i martiri delle foibe

La Lega di Città di Castello ricorda i martiri delle foibe

La Lega di Città di Castello ricorda i martiri delle foibe

“Nel pomeriggio di sabato 10 febbraio, nonostante la pioggia, siamo stati a portare il nostro ricordo ai Martiri delle Foibe nella via della nostra città dedicata a loro – rende noto il segretario comunale della Lega Giorgio Baglioni. Assieme al segretario Lega Umbria On. Riccardo Augusto Marchetti, il consigliere regionale Marco Castellari e ad alcuni militanti della sezione, come ogni anno, abbiamo voluto ricordare le tantissime vittime dei partigiani comunisti di Tito che sono state gettate nell’oblio della Storia ma che invece abbiamo il dovere di ricordare, perché chi tenta di cancellare una pagina così tragica del passato, ne diventa complice – prosegue Baglioni – bambini, donne e uomini innocenti, massacrati per la sola colpa di essere italiani.

Il Giorno del Ricordo è stato istituito 20 anni fa esatti e ognuno di noi deve fare la propria parte affinché le generazioni future conoscano la storia – va avanti il leghista – non esistono morti di serie A e di serie B, tutti meritano la dignità del ricordo.

Dall’amministrazione comunale di Città di Castello anche quest’anno è arrivato un semplice comunicato stampa, ma nessuna cerimonia pubblica come fatto dagli altri comuni limitrofi, come ad esempio quello di Citerna dove era presente il consigliere regionale Manuela Puletti, o gli eventi organizzati dall’amministrazione di Umbertide. Inoltre, e questo ancora più grave, aspettiamo ancora l’attuazione della mozione approvata all’unanimità nel luglio 2023 in consiglio comunale presentata dal consigliere Valerio Mancini.

La mozione chiedeva un ulteriore luogo della città da dedicare alle Foibe, più consono, dato che l’attuale via si trova in mezzo ad un incrocio della zona industriale non adatto ad un ricordo di tale importanza.

Ad oltre 7 mesi dall’approvazione tutto tace, un silenzio imbarazzante quello dell’amministrazione comunale, che continua a non dare il peso adeguato alle foibe e alla dignità di questi morti, alcuni di loro senza neppure un’identità e, privarli di una celebrazione commemorativa è una grande ferita per la nostra comunità.

Chiediamo all’amministrazione comunale che venga fatta la delibera di giunta quanto prima – conclude il leghista – al fine di individuare il luogo più adatto ad installare un cippo commemorativo e, senza procrastinare ancora, sarà la Lega a sostenere le spese necessarie all’installazione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*