Incidenti stradali in Alto Tevere, due violenti sinistri, anche un bambino coinvolto

 
Chiama o scrivi in redazione


Incidenti stradali in Alto Tevere, due violenti sinistri, anche un bambino coinvolto

Incidenti stradali in Alto Tevere, due violenti sinistri, anche un bambino coinvolto

Fine settimana caratterizzato soprattutto da violenti sinistri stradali, quello appena trascorso nel tifernate. I Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, impegnati come al solito h24, in un’attenta vigilanza del territorio finalizzata prevalentemente alla prevenzione e repressione dei delitti contro il patrimonio, sono dovuti intervenire in due gravi incidenti che si sono verificati nel pomeriggio e nella serata di sabato.

Il primo, avvenuto nel territorio di Umbertide dove un 23enne di nazionalità marocchina, per cause in corso di accertamento, ha perso il controllo della propria autovettura, un’Audi A3, andando a colpire la scala di un’abitazione, terminando la propria corsa contro la ringhiera di un’altra casa. Sul posto sono immediatamente intervenuti i Carabinieri della Stazione di Umbertide, assieme ai Vigili del Fuoco di Città di Castello ed i sanitari del 118 di Umbertide.

Trasportato presso l’ospedale di Città di Castello, il giovane è stato ricoverato con prognosi riservata a causa di numerosi traumi, fratture ed emorragie. Sarà quindi compito dei Carabinieri chiarire la dinamica di quanto avvenuto, sebbene dai primi accertamenti sembra che il giovane non avesse fatto uso di alcol o stupefacenti al momento del sinistro.

Particolarmente violento anche l’incidente verificatosi nella serata a San Giustino, che ha viste coinvolte tre autovetture. Dalla prima ricostruzione dei Carabinieri della Stazione di San Giustino, intervenuti sul posto assieme a personale del 118, pare che una Fiat Panda condotta da una 25enne del posto, per cause in corso di accertamento abbia dapprima colpito una Ford Focus nella quale viaggiava una coppia con un bambino, quindi abbia centrato una Fiat Punto sulla quale viaggiava una donna ed il marito. I primi accertamenti eseguiti dagli uomini dell’Arma, hanno consentito di appurare come la 25enne avesse abusato di alcol, avendo un tasso alcolemico di quasi 5 volte il minimo consentito. Ulteriori controlli sono tuttavia in corso.

Sempre nel corso del fine settimana, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa del NORM della Compagnia di Città di Castello, nel corso dei servizi quotidianamente svolti per contrastare l’uso e lo spaccio delle sostanze stupefacenti, hanno segnalato quali assuntori alla Prefettura di Perugia, una coppia di 38 e 41 anni, abitanti nel centro tifernate. I due, già noti ai Militari dell’Arma, nel corso di un controllo effettuato nei presso dell’ansa del Tevere, sono stati trovati in possesso di qualche dose di cocaina, marijuana ed hashish. Per loro, quindi, stupefacente sequestrato, e segnalazione alle autorità amministrative per detenzione per uso personale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*