Diventa inutile e paradossale se non viene accelerata la campagna di vaccinazione

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid19 dichiarazione sindaco Bacchetta: “Ieri 20 nuovi positivi 30 i guariti

Diventa inutile e paradossale se non viene accelerata la campagna di vaccinazione

“I dati di ieri relativi alla situazione dell’emergenza da Covid-19 non sono affatto incoraggianti, perché abbiamo avuto un numero molto alto di nuovi positivi, 30 persone, a fronte di 19 guariti”. A dichiararlo è il sindaco Luciano Bacchetta, nel prendere atto di “un passo indietro rispetto a due giorni fa, che ci preoccupa e ci costringe ad alcune riflessioni”.

© Protetto da Copyright DMCA

“A oltre due settimane dall’istituzione della zona rossa gli effetti dei provvedimenti assunti faticano a dispiegarsi in tutta la loro efficacia e la stessa chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, che sembravano essere la fonte principale dei focolai, non ha prodotto risultati significativi al cospetto di numeri che continuano a salire, probabilmente per la maggiore capacità di contagio delle varianti del Coronavirus, per cui l’unico appello da fare è quello che la campagna di vaccinazione sia più intensa di quello che sta avvenendo”, ha sostenuto il primo cittadino.

“Non voglio individuare responsabilità, perché non è certo il momento di fare polemiche, noi ci siamo messi a disposizione per quello che ci è stato chiesto e stiamo individuando il secondo centro per le vaccinazioni,  ma se i vaccini non ci sono questo diventa inutile e paradossale”, ha puntualizzato Bacchetta, che ha ribadito: “è davvero necessario accelerare la campagna di vaccinazione di massa, altrimenti non usciremo mai da questa pandemia”.

A questo proposito il sindaco ha dato conto delle segnalazioni ricevute circa gli assembramenti che si stanno registrando davanti alle farmacie per le prenotazioni della vaccinazione degli ottantenni, osservando: “c’è un po’ di confusione, ci sono dei problemi, in parte comprensibili, ma che devono essere superati, velocizzando al massimo l’organizzazione e le procedure”.

Nel riferire di aver ricevuto informazione anche di raduni consistenti nelle aree verdi pubbliche da parte dei giovani, Bacchetta ha messo in guardia: “comprendo che le prime belle giornate di sole dell’inverno e la stanchezza di tanti mesi di limitazioni possano determinare un allentamento dei comportamenti, ma debbo rivolgere un invito a evitare che vi siano assembramenti di adolescenti e bambini all’interno dei nostro parchi”.

“Dobbiamo fare tutti un grande sforzo di rispetto delle norme e delle prescrizioni, perché i numeri sono preoccupanti e perché i reparti Covid e le terapie intensive Covid degli ospedali sono pieni, compresi quelli del nostro nosocomio, per cui un ulteriore aggravamento del contagio determinerebbe gravi difficoltà alle strutture sanitarie”, ha ammonito il sindaco, che ha aggiunto: “è stata irrobustita la capienza di posti letto negli ospedali, ma potrebbe rischiare di non essere sufficiente se la crescita delle positività continua, ecco perché, con la collaborazione di tutti e con grande impegno, dobbiamo cercare di fare in modo che questo non accada”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*