Città di Castello, misure anticovid, biblioteca attiva servizio di consegna libri a domicilio

 
Chiama o scrivi in redazione


Nasce Amici della Biblioteca Carducci Organizzazione di Volontariato per contribuire a promuovere la Biblioteca comunale

Città di Castello, misure anticovid, biblioteca attiva servizio di consegna libri a domicilio

Sindaco ed assessore: “il Covid non deve fermare la cultura”

Tra le prime in Umbria, la Biblioteca Carducci di Città di Castello da domani, martedì 24 novembre 2020, porterà i libri agli utenti.

Chiusa, in linea con le disposizioni governative, fino al prossimo 3 dicembre 2020, l’Amministrazione comunale  ha deciso che se gli utenti non possono andare in Biblioteca, sarà la Biblioteca ad andare dagli utenti, attraverso un servizio di consegna a domicilio dei libri. Per continuare ad usufruire del servizio di prestito offerto dalla biblioteca è stato attivato il “Prestito con consegna a domicilio”.

E’ l’assessore alla Cultura Vincenzo Tofanelli a spiegare il funzionamento del meccanismo: “Il cittadino sceglierà il libro, l’audiolibro, la rivista che ti interessa consultando il catalogo on-line www.umbriacultura.it oppure scrivendo una mail all’indirizzo biblioteca@cittadicastello.gov.it, il bibliotecario chiamerà il cittadino con il quale concorderà il giorno e le modalità di consegna. Il giorno stabilito il materiale richiesto verrà consegnato da personale autorizzato, munito di cartellino di riconoscimento, senza alcun contatto fisico, nel rispetto dei protocolli sanitari (tutela dell’utente, dell’operatore) e delle misure di quarantena del materiale librario”.

“Si potrà richiedere fino ad un massimo di sei libri/audiolibri/riviste. Come consueto il materiale resterà in possesso 30 giorni con possibilità di proroga telefonica – 20 giorni. La Biblioteca si recherà nella zona due volte a settimana, dal lunedì al venerdì indicativamente dalle 11 alle 13 al mattino, e dalle 17 alle 19 di pomeriggio – anche se gli orari possono essere personalizzati in base alle esigenze. Per restituire, sarà sufficiente andare all’ingresso di via XI Settembre e lasciare il materiale possesso nella scaffalatura posta all’entrata. Il personale provvederà al rientro” ha spiegato l ‘assessore Tofanelli.

L’ingresso di via XI Settembre sarà aperto nei giorni lunedì 8.30-12.00, martedì 15.00 -18.00, mercoledì 15.00 -18.00, giovedì 9.00 – 12.00 e 15.00 -18.00, venerdì 9.00 – 12.00 e 15.00 – 18.00, sabato 9.00 – 12.00.

Il servizio è rivolto a tutti gli utenti iscritti alla biblioteca comunale Carducci e residenti nel comune di Città di Castello. Se un utente risiede fuori dal comune, il personale troverà la soluzione più adatta alle esigenze.

Anche se le misure anticontagio ci costringono a ripensare l’organizzazione e l’erogazione, il Comune ha deciso di non rinunciare e di non interrompere i servizi fondamentali e tra questi quelli connessi alla cultura e alla formazione – commentano il sindaco Luciano Bacchetta e l’assessore.

“Tutti speriamo che le modalità siano quanto più provvisorie e che presto la regressione della pandemia possa consentire di tornare in presenza nella Biblioteca, un punto di riferimento e di socialità per tanti cittadini e tanti giovani, che l’hanno eletta a luogo di studio. Attivare il prestito a domicilio risponde a questa politica e siamo certi che in questo periodo di restrizioni sarà una buona alternativa – comunque l’unica possibile senza rischio – per non privare tanti studenti e studiosi di supporti essenziali al loro percorso”.

Per qualsiasi altra informazione e chiarimento puoi telefonare al numero 075 8523171 nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00, il sabato dalle 9:00 alle 13:00

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*