Umbertide, iniziati lavori sistemazione fogna presso il Palazzetto dello Sport via Morandi

 
Chiama o scrivi in redazione


Umbertide, iniziati lavori sistemazione fogna presso il Palazzetto dello Sport via Morandi

Sono iniziati nella mattinata di lunedì 28 settembre i lavori per la sistemazione della condotta fognaria presente nei pressi del Palazzetto dello Sport di via Morandi. Nel corso degli anni, a causa dell’ostruzione dell’attuale condotta, si erano verificati spesso problemi legati alla viabilità a causa delle formazione di quantitativi ingenti di acqua lungo la sede stradale.
Per risolvere questa situazione saranno effettuati lavori (per una spesa complessiva di 12mila euro, di cui 10.167,24 per opere in appalto) che consentiranno la realizzazione di un nuovo tratto di condotta fognaria. Gli interventi includono il rifacimento di tutte le caditoie stradali presenti nell’area di via Morandi nel tratto antistante il Palazzetto dello Sport per la raccolta di acqua piovana, posizionando la nuova condotta sul lato opposto del marciapiede dove sono presenti alcuni alberi, in modo da non avere in futuro le stesse problematiche attuali.
Per quanto riguarda le caditoie poste sul lato del marciapiede dove sono presenti gli arbusti verranno posizionate con attraversamenti stradali posti tra due di loro, in modo che anche in tali ricettori puntuali le radici della piante non possano più infiltrarvi.
“Una delle priorità della nostra Amministrazione è quella di sanare il più possibile situazioni critiche all’interno del Comune di Umbertide – affermano il sindaco Luca Carizia e l’assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Villarini – Si tratta di casi meno evidenti, ma molto importanti per la quotidianità. La situazione che si veniva a creare da un po’ di tempo a questa parte, quando si verificavano dei temporali, faceva in modo che si creassero difficoltà lungo un tratto di strada molto trafficato, come quello nei pressi del Palazzetto cittadino. Con questi lavori l’obiettivo è quello di eliminare i problemi che si sono verificati nel corso del tempo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*