Top Quality Group San Giustino batte San Lazzaro di Savena

Top Quality Group San Giustino batte San Lazzaro di Savena
Top Quality Group San Giustino batte San Lazzaro di Savena

Top Quality Group San Giustino batte San Lazzaro di Savena

Vittoria di platino (3-1) a spese della robusta Coveme Vip Volley San Lazzaro di Savena per la Top Quality Group San Giustino. È il terzo successo pieno consecutivo per la Izzo e compagne dopo il ko iniziale di Firenze, che significa quarto posto solitario nella classifica del girone C di Serie B1 maschile e PalaVolley imbattuto da 12 gare consecutive, pari a un anno esatto (16 novembre 2014, affermazione per 3-0 dell’allora Gecom Security Perugia). Era un test di quelli che avrebbero messo alla prova la reale consistenza della squadra biancazzurra, la quale ha risposto sfoderando la solita bella dose di carattere nei momenti più delicati, dimostrando di saper anche soffrire e recuperare. A una ricezione non ancora a puntino e a un attacco alla banda meno prolifico del solito, hanno fatto da contrappeso i 32 punti di una sempre straordinaria Mirka Francia (decisiva nei momenti chiave) e la positiva prestazione di Jessica La Rocca, autrice di 7 punti solo a muro. Si è giocato molto al centro, come dimostrano anche i 15 punti sul versante emiliano di Martina Focaccia, mentre la Pinali ha alternato punti ed errori in posto 4.

La Coveme si schiera con la Forni in regia, la Miola opposto, la Focaccia e la Spada al centro, la Pinali e la Bussoli a lato e la Galetti libero. Risponde la Top Quality Group con la diagonale Izzo-Francia, la coppia centrale La Rocca-Spicocchi, la Tosi e la Falotico a lato e la Giorgi libero. Partenza con il freno ancora tirato per la Top Quality Group: 4-0 d’acchito della Coveme sul turno in battuta della Forni, con un paio di ace e un muro sulla Tosi, che però si riscatta, anche se la Pinali con un altro ace porta le bolognesi sul 6-1. Ma a questo punto la Coveme accusa problemi in ricezione, proprio come le biancazzurre: un pallonetto della Spicocchi e una doppia in palleggio della Forni favoriscono il recupero delle locali fino al 7 pari. La Francia prima e la Falotico poi (efficace il suo turno) colpiscono in battuta e sul fronte ospite affiora qualche sbavatura che fa allungare la Top Quality Group, più attenta in difesa, sul 15-10 grazie a un muro di Jessica La Rocca. Un “mani fuori” trovato dalla Tosi firma il 16-12 con il quale si va al secondo time-out tecnico. La Coveme, trascinata in questo frangente da Greta Pinali, recupera terreno fino al –1 (19-18 per San Giustino), quando inizia a scaldare la mano Mirka Francia, che contribuisce a riallungare sul 21-18 concretizzando azioni nelle quali funziona la correlazione muro-difesa. Nel finale, appone il proprio sigillo personale anche Jessica La Rocca, con un altro muro vincente al centro e l’ace del 25-20 che porta la formazione di Della Balda sull’1-0.

In avvio di seconda frazione, il San Lazzaro dà pan per …Focaccia al centro due volte, poi una doppia in palleggio fischiata a Mirka Francia manda le emiliane sul 3-0 e allora è una fast di Jessica La Rocca a interrompere il break avversario, con la Francia che poi tiene in piedi San Giustino e l’ace della Spicocchi che completa la rimonta. Immediato il sorpasso: 7-6 su un altro colpo della Francia, ma la Pinali riporta avanti San Lazzaro trovando una risposta fuori del muro, ancora della Francia ed è poi la Bussoli a tenere sul +2 (11-9) la propria squadra con un altro attacco vincente. Due clamorose esitazioni delle locali spianano la strada al vantaggio della Coveme, che con la Bussoli e la Miola va sul 14-10; Della Balda è allora costretto al time-out discrezionale per poi sostituire la Falotico con la Bartolini. E intanto la Miola colpisce ancora da posto 2, mandando sul 16-10 le bolognesi al secondo time-out tecnico. Un “mani fuori” in fast della Spicocchi e un attacco lungo della Miola riducono le distanze (12-16) e il turno in battuta della Izzo si ferma sul 13-16, quando la Francia subisce un muro per poi rispondere con un diagonale vincente e sbagliare ancora. Nel frattempo, Casadio ha tolto la Miola per inserire l’altro opposto Casini. Anche la Bartolini si presenta in prima linea con un attacco vincente e la fast della la Rocca va di nuovo a segno; ancora la Bartolini e Jessica La Rocca, implacabile sulle fast, perfezionano la nuova rimonta fino al 19 pari. Un ace della Bartolini, un altro punto della La Rocca, una pipe della Francia, un muro della Spicocchi e un ace della Izzo portano a compimento sul 25-22 la conquista anche del secondo set.

A inizio della terza frazione, Della Balda conferma la Bartolini a lato e la rabbia agonistica del San Lazzaro è scaricata dai due colpi vincenti della centrale Focaccia, ma è l’imprecisione in attacco della Pinali a giocare in favore del San Giustino, che passa sul 6-5 per un’altra conclusione out della Spada, poi ci pensa Jessica La Rocca a portare le biancazzurre sul 7-5 con un muro sulla Pinali. Una pipe della Francia e una palla schiacciata con tocco sull’asta riportano la Top Quality Group sul 9-7, anche se la Coveme non molla e pizzica ancora con le veloci al centro. Sul 9-9, attacco fischiato out a Sofia Tosi, che rimedia l’ammonizione e, di seguito, anche un muro vincente della Lombardi. Ma la Francia è sempre in agguato e non perdona: 13-12, 15-13 e poi 16-15, con la squadra locale che in difesa alza la guardia su tutti i palloni. Muro sulla Bartolini e 16 pari, poi su un attacco del San Lazzaro l’arbitro Aiello ravvisa un tocco in difesa: contestazione e cartellino rosso e giallo per la Spicocchi, espulsa fino alla fine del set. È il momento più difficile per le padrone di casa, con la Pinali che piazza due diagonali e fa 20-18, che diventa 21-18 sulla schiacciata lunga della Tosi. A rintuzzare i tentativi di San Giustino è il gioco al centro della Coveme, che manda a segno due volte la Lombardi e infine la Focaccia. Con il parziale di 25-22, la formazione bolognese va sull’1-2 e la partita è riaperta.

Piccole sbavature da una parte e dall’altra in avvio di quarto set (6+1 invariato per le locali rispetto a quello precedente), con la Top Quality Group che parte bene (3-1) e torna avanti (5-3), ma le ospiti non mollano e recuperano ancora con la Spada e con la solita Focaccia, che non fallisce un colpo. Ace della Forni sulla zona di conflitto e 8-7 per la Coveme al primo time-out tecnico, muro vincente della Lombardi sulla Francia e diagonale out della Bartolini: San Lazzaro va avanti fino al 10-7, poi un preciso pallone della Francia frena il tentativo di fuga; il primo tempo fuori bersaglio della Lombardi e l’attacco vincente della Bartolini ristabiliscono la situazione sul 10-10 e altri due muri di Jessica La Rocca fanno rimettere il naso avanti a San Giustino sul 12-10. Una doppia rilevata alla Bussoli manda a +3 le altotiberine e Casadio chiede il time-out, ma niente: anche la Tosi si esalta a muro e Jessica La Rocca si esibisce nella fast per il 16-11. Un paio di parallele out della Tosi e della Francia riavvicinano tuttavia la Coveme sul 17-15 e Della Balda sfrutta subito il time-out. Nessun effetto: Silvia Bussoli con le sue schiacciate colma il gap e porta avanti sul 18-17 le emiliane, mentre Della Balda chiede la seconda sospensione discrezionale. Un ace della Miola acuisce la crisi improvvisa della Top Quality Group, che incassa un parziale di 1-8 e va sotto sul 18-20 al termine di un lungo scambio concluso dalla Focaccia, che poi firma il punto numero 21 con un muro sulla Tosi. Reazione sangiustinese con la Francia e un attacco fuori della Pinali: siamo 21 pari ed è ora il momento di Mirka Francia, che con due schiacciate e altrettanti muri chiude sul 25-21 e consegna i tre punti alla Top Quality Group, che ora può alzare l’asticella degli obiettivi.

Grande esultanza del pubblico di fede locale (oltre 400 spettatori in totale sugli spalti del PalaVolley) e applausi per tutti. L’allenatore della Top Quality Group, Alessandro Della Balda, si complimenta con le ragazze, poi confessa: “E’ stata una partita al cardiopalma, ma ce l’abbiamo fatta, nonostante in attacco sia mancato qualcosa, anche perché Sofia Tosi avvertiva dolore e quindi la sua prestazione è stata condizionata da questo handicap. La difesa si è però ben comportata in più di un frangente e anche e muro siamo stati efficaci. Credo allora – conclude il tecnico – che questi tre punti siano la migliore gratifica al lavoro intenso che stiamo svolgendo in settimana”.

Top Quality Group San Giustino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*