Esche avvelenate alle porte del centro storico di Città di Castello

allertata la cittadinanza a prestare attenzione e segnalare alle forze dell’ordine eventuali situazioni sospette

 
Chiama o scrivi in redazione


Esche avvelenate alle porte del centro storico di Città di Castello CITTA’ DI CASTELLO – Esche avvelenate alle porte del centro storico nei pressi del rione Prato. Cartelli affissi dagli agenti del corpo di polizia municipale all’ingresso di Via San Florido, Via Siviero e nei pressi della rotatoria che immette in direzione del ponte sul fìume tevere e Via Aretina per avvertire e allertare la cittadinanza a prestare attenzione e segnalare alle forze dell’ordine eventuali situazioni sospette.

Un provvedimento che si è reso necessario, come già accaduto nel corso del 2016 in diversi periodi dell’anno e zone della città, a seguito di una comunicazione del servizio veterinario della Asl Umbria 1 riguardo al ritrovamento di sospette esche avvelenate. Per prassi consolidata il materiale sospetto che è stato ritrovato, ora verrà analizzato dai tecnici dell’istituto Zooprofilattico di Perugia per stabilirne l’effettiva natura e composizione.

Nel frattempo il corpo di polizia municipale con la comandante Luisella Alberti, invita la cittadinanza a «prestare la massima attenzione oltre che nella zona interessata anche in quelle limitrofe».

Anche l’assessore alla polizia municipale, Monica Bartolini, ribadisce l’opportunità di questo intervento di segnalazione alla cittadinanza e «collaborazione, sinergia fra le strutture preposte a questo genere di controlli che è fondamentale per attivare le necessarie procedure di prevenzione per tutelare la salute e la sicurezza di persone ed animali».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*