Umbertide ha ricordato il 4 novembre, con la deposizione di una corona di alloro

Umbertide ha ricordato il 4 novembre, con la deposizione di una corona di alloro

Umbertide ha ricordato il 4 novembre, con la deposizione di una corona di alloro

Con la deposizione di una corona di alloro da parte del sindaco Luca Carizia al monumento dedicato ai caduti di tutte le guerre situato in via Garibaldi, il Comune di Umbertide ha celebrato 4 Novembre, Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate. In questa giornata vengono ricordati tutti coloro che hanno sacrificato il bene supremo della vita per la Patria.
Alla cerimonia erano presenti l’assessore Alessandro Villarini e il presidente del Consiglio comunale, Marco Floridi. L’imponente scultura ai piedi della quale ha avuto luogo la cerimonia, è stata realizzata in onore e in ricordo ai caduti della Prima Guerra Mondiale e al sacrificio degli oltre 250 umbertidesi che persero la vita nel conflitto.
“E’ doveroso commemorare questa data così importante per l’Italia – dice il sindaco Carizia – sopratutto per ricordare l’estremo sacrificio di tanti nostri concittadini e connazionali, tra i quali figuravano anche molti giovanissimi uomini, che eroicamente si distinsero per portare a compimento l’unità della nostra Nazione. Celebrare il 4 Novembre significa inoltre rendere omaggio alle nostre Forze Armate e a tutte le Forze dell’Ordine, che sono impegnate ogni giorno nel difendere la nostra sicurezza”.
Sempre nell’ambito delle celebrazioni legate al Giorno dell’Unità Nazionale e alla Giornata delle Forze Armate, il sindaco Carizia si è recato presso il palazzo della Prefettura di Perugia per prendere parte alla cerimonia di consegna, da parte del prefetto Claudio Sgaraglia, dell’onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana all’architetto umbertidese, Diego Zurli.
Le Onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” sono destinate a ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle scienze, delle arti, dell’economia e del disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte per fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari. Nell’ambito della cerimonia, il prefetto Sgaraglia ha consegnato una Onorificenza di “Ufficiale” e diciotto Onorificenze di “Cavaliere” dell’Ordine.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
26 × 3 =