Umbertide, al Primo Circolo didattico parte il progetto “E…State con noi!”

 
Chiama o scrivi in redazione


Umbertide, al Primo Circolo didattico parte il progetto “E…State con noi!”

Umbertide, al Primo Circolo didattico parte il progetto “E…State con noi!”

Lunedì 14 giugno hanno preso il via i progetti del Piano Integrato PON FSE della scuola d’estate alla Garibaldi di Umbertide. Una grande soddisfazione per il circolo storico della nostra cittadina: la direzione ha visto autorizzata la candidatura del progetto FSE con la 15° posizione nella graduatoria regionale.
Il concorso assegnerà la cospicua somma di 59.943,00€ per lo svolgimento di numerosi moduli che si terranno nelle scuole primarie di Umbertide e Pierantonio nel mese di giugno per poi proseguire a settembre: Passo dopo passo…italiano e dintorni, In…canti…amoci, Fantasia…arcobaleno per la mente, DigitalMente, Let’s play English, Amici della Terra, logic@mente.sigioca, Biblioteca animata e R@dioweb#ci@k…si gira!

LEGGI ANCHE – Lega Umbertide: “Il Pd e tutta l’opposizione smettano di strumentalizzare la sanità pubblica”

I moduli vanno dal potenziamento della lingua italiana, al digitale, all’inglese, alle materie STEM, alle scienze e alle attività musicali. L’attuazione del Piano ha impegnato docenti e direzione con tempi molto stretti per l’organizzazione, ma l’alta adesione da parte degli alunni ha ripagato tutti gli sforzi; circa 150 bambini hanno aderito all’iniziativa, che vedrà la scuola aperta e operativa al mattino dalle 8:30 alle 12:30 in modo completamente gratuito fino al 1° luglio.
Un modo questo per recuperare la socialità dei nostri alunni e per venire incontro alle esigenze delle famiglie. Una scuola che vedrà numerosi momenti ricreativi sia all’interno che all’esterno, grazie agli ampi spazi a disposizione di entrambi i plessi. Sono state così accolte le istanze del ministero: un ponte per il nuovo inizio, “una scuola aperta, coesa ed inclusiva, quale luogo di formazione della persona e del cittadino, radicato nel proprio territorio e sostenuto dalla partecipazione attiva di tutta la comunità.
Una scuola capace di essere motore di integrazione civile, di uguaglianza e di sviluppo. Una scuola che restituisce spazi e tempi di relazione, luoghi per incontrarsi di nuovo e riannodare quelle relazioni purtroppo bruscamente interrotte, così importanti per lo sviluppo emotivo, affettivo, identitario, sociale di ognuno”.
Il primo Circolo ha risposto con entusiasmo alle proposte del Miur ed è pronto ad accogliere i suoi alunni con un percorso di trasformazione ed evoluzione del sistema Istruzione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*