Sogepu, approvato all’unanimità il bilancio consuntivo 2020

In due anni distribuiti ai Comuni azionisti dividendi per circa 600 mila euro

 
Chiama o scrivi in redazione


Sogepu, approvato all’unanimità il bilancio consuntivo 2020

In due anni distribuiti ai Comuni azionisti dividendi per circa 600 mila euro

“L’assemblea dei soci di Sogepu ha approvato all’unanimità il bilancio consuntivo 2020, che ha registrato un fatturato di 21.372.080 euro e si è chiuso in utile, con un risultato netto pari a 308.371 euro che per il secondo anno consecutivo sarà distribuito come dividendo tra i Comuni azionisti della società per una quota di 293.427 euro, tolto il cinque per cento destinato alla riserva legale: con gli altri 300 mila euro dell’anno scorso sono quindi in totale circa 600 mila euro messi a disposizione dei cittadini di Città di Castello e dell’Alta Valle del Tevere nell’emergenza da Covid-19”.

Lo rende noto l’amministratore unico Cristian Goracci sottolineando “la soddisfazione per il positivo andamento dell’azienda, frutto del lavoro di squadra assicurato da tutti i dipendenti e reso possibile dalla sintonia con i comuni soci, che ha consentito di investire nell’impiantistica di Belladanza, a beneficio del contenimento delle tariffe per i cittadini e della qualità dei servizi; di aggiudicarsi gare per la gestione dei rifiuti come quella di San Giustino e del Sub Ambito 3 di Foligno in attesa dell’affidamento dell’appalto per il Sub Ambito 1 dell’Alta Umbria; di potenziare la capacità di riciclare i materiali con l’acquisto dello stabilimento Ecocassia a Montecastelli; di sostenere la cultura, lo sport e l’associazionismo a Città di Castello e nel resto dei comuni del comprensorio”.

Come azionista di maggioranza, Città di Castello sarà destinatario della parte maggiore dell’utile dell’esercizio 2020, che sarà ripartito in proporzione alle quote societarie detenute dai Comuni.

“Siamo orgogliosi di lasciare alla prossima amministrazione comunale un’azienda sana, che può guardare al futuro con legittime e concrete ambizioni di ulteriore sviluppo”, affermano il sindaco di Città di Castello Luciano  Bacchetta e l’assessore all’Ambiente Massimo Massetti nel sottolineare come “anche nell’anno del Covid-19 Sogepu abbia confermato solidità ed efficienza che consentiranno di supportare i cittadini nel difficile contesto della pandemia grazie ai dividendi distribuiti ai Comuni soci e abbia consolidato il proprio ruolo di riferimento nel sistema regionale dei rifiuti, grazie a un’impiantistica di prim’ordine a Belladanza, alla capacità di assicurare servizi efficienti, di acquisire quote di mercato nel settore della raccolta e del recupero dei rifiuti”.

A parlare di “un’azienda che è il vero patrimonio dell’Alta Valle del Tevere ed è centrale per la gestione dei rifiuti in Umbria” è il sindaco di San Giustino Paolo Fratini, che evidenzia come “Sogepu sia cresciuta molto sotto la guida dell’amministratore unico Goracci, centrando obiettivi importanti e garantendo ai comuni soci servizi all’altezza delle esigenze dei cittadini, che nel nostro caso hanno permesso di passare dal 42 al 76 per cento di raccolta differenziata, ponendoci per virtuosità nella gestione dei rifiuti tra i primi cinque comuni tra i 92 della regione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*