San Giustino, Polizia Municipale, Capruzzi al comando, sostituisce Guadagni

San Giustino, Polizia Municipale, Capruzzi al comando, sostituisce Guadagni

Un’azione che risponde alle esigenze della comunità, che spazia dalle competenze classiche legate al controllo della circolazione stradale fino alle attività che rispondono alle priorità dettate dall’Amministrazione in tema di vivibilità, vigilanza, controlli in materia di ambiente e commercio.

Questo il lavoro svolto dalla Polizia Municipale del Comune di San Giustino nel 2019, che si affaccia al nuovo anno con un cambio al vertice vista la scelta del Comandante Guadagni di assumere la titolarità del comando di Polizia Municipale di Sansepolcro. Per San Giustino sarà assegnato il comando in via temporanea al Vice Comandante Lorenzo Capruzzi in attesa di completare l’iter per l’assunzione del nuovo responsabile secondo una procedura di manifestazione d’interesse già avviata.

“A nome di tutta l’Amministrazione Comunale voglio ringraziare il Comandante Dott. Antonello Guadagni per il prezioso lavoro svolto nei tanti anni di servizio per la nostra comunità e per i risultati raggiunti duranti i suoi dieci anni di comando che si sono caratterizzati per la professionalità e la passione per il proprio lavoro.” – commenta l’assessore con delega alla sicurezza Andrea Guerrieri.

Aggiunge l’Assessore – “Dai dati delle attività svolte emerge un forte impegno della Polizia Municipale, non solo negli ambiti di competenza più riconducibili alla figura del vigile, ma anche in altre tipologie di attività. Il vigile moderno deve svolgere innanzitutto un’azione di sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza affinché vengano rispettate le norme di legge e di convivenza, che tutelano la sicurezza, la legalità e la vita sociale nella nostra comunità. Un’azione complessa che vede i vigili urbani impegnati ogni giorno a garantire tutto ciò nel nostro territorio”.

Anche San Giustino non è più immune da furti, rapine e truffe di varia natura e quindi le attività di prevenzione e tutela della legalità si sono confermate per l’anno appena trascorso uno dei compiti che ha assorbito maggiormente le risorse delle polizie locali. Un notevole contributo è stato fornito dalle telecamere di video sorveglianza poste nelle principali vie di accesso al paese che hanno prodotto risultati positivi in termini d’indagine e controllo del territorio. Da questa attività, infatti, sono scaturite 4 denunce, 2 arresti, la radiazione di un veicolo e l’identificazione di 7 persone sospette. Azioni che sono state portate a termine con successo anche grazie alla collaborazione con la stazione locale dei Carabinieri e delle altre forze dell’ordine del comprensorio.

Importanti anche le azioni svolte nelle scuole comunali dove oltre al presidio dei plessi scolastici durante l’entrata e l’uscita degli alunni (attività svolta in collaborazione con l’associazione di volontariato Nonni Civici) sono stati organizzati incontri di educazione stradale che hanno visti impegnati gli alunni delle scuole primarie.

Questi in sintesi i numeri delle altre attività svolte nel 2019.
Nell’ambito delle operazioni finalizzate al controllo del territorio e della circolazione stradale sono stati circa 4.700 veicoli controllati durante lo svolgimento di 245 stazionamenti dai quali sono scaturiti ben 54 sequestri di veicoli non in regola ai sensi del codice della strada, (in gran parte per l’assenza della copertura assicurativa), 81 sanzioni per omessa revisione, 4 confische per circolazione con veicolo sequestrato, 2 sanzioni per guida senza patente ed una denuncia per guida in stato di ebbrezza. Per quanto concerne le attività di controllo della sosta risultano rilevate circa 400 infrazioni per divieto o per il superamento del limite temporale consentito.

Per concludere l’elenco dei dati del 2019 sono stati rilevati 45 incidenti, buona parte dei quali con feriti, sono stati eseguiti 43 controlli ambientali, 11 controlli per benessere animale, 4 controlli edilizi, la gestione di circa 50 pratiche commerciali, 370 accertamenti anagrafici e di residenza, oltre 400 notifiche alle quali vanno aggiunte 225 richieste di svariata natura proveniente dalla cittadinanza. Sono state infine 280 le pattuglie appiedate svolte ne territorio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*