Processo Storico, al teatro degli Illuminati la rievocazione della sommossa del 1917

Processo Storico, al teatro degli Illuminati la rievocazione della sommossa del 1917

Processo Storico, al teatro degli Illuminati la rievocazione della sommossa del 1917

Fronte comune per le donne e i loro diritti al Teatro comunale degli Illuminati, dove lunedì 4 luglio alle ore 21.00 magistrati, avvocati, tutori della legge e studenti vestiranno i panni degli attori nello spettacolo “Processo Storico”, per la sceneggiatura dell’avvocato Nada Lucaccioni e la regia di Alessandra Carmignani. Una serata di beneficenza nel segno delle pari opportunità, promossa con il patrocinio del Comune dall’Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani (AMI) e dal comitato di Città di Castello della Croce Rossa Italiana, alla quale sarà devoluto il ricavato delle offerte del pubblico.

La rappresentazione teatrale, a ingresso gratuito, rievocherà la pagina giudiziaria legata alla sommossa delle donne altotiberine che nel 1917, con gli uomini al fronte, manifestarono pubblicamente il malcontento per il disagio economico e per le difficoltà dovuti al protrarsi della prima guerra mondiale. Sul palco riaprirà idealmente l’aula di tribunale nella quale, dopo due condanne, nel 1919 fu emessa la storica sentenza di amnistia, con il Proscioglimento delle donne arrestate in occasione della rivolta.

A riportare in vita i personaggi che furono protagonisti delle vicenda saranno i magistrati Paolo Micheli, presidente della Corte penale di Appello di Perugia, Daniele Cenci, consigliere della Corte di Cassazione, e Francesco Loschi, giudice della sezione penale del Tribunale di Perugia, l’avvocato Francesco Maria Falcinelli, il comandante della stazione dei Carabinieri di Città di Castello,  luogotenente Fabrizio Capalti, e il comandante della stazione dei Carabinieri di Anghiari, luogotenente Fabrizio Luchetti, con gli alunni dell’Istituto San Francesco di Sales come testimoni e figuranti.

“Il 25 novembre scorso abbiamo preso un impegno: quello di lavorare per mantenere alta l’attenzione sulla tutela delle pari opportunità e sui diritti delle donne al di là delle ricorrenze – sottolinea l’assessore alle Pari Opportunità Letizia Guerri – tanto più in un contesto storico come quello attuale che ci sta dimostrando come i diritti acquisiti non possono essere dati per scontati e che, attraverso la guerra, ci collega drammaticamente alla memoria dei fatti vissuti oltre un secolo fa nel nostro territorio”.

“Con questa iniziativa – puntualizza l’amministratore – facciamo fronte comune con il mondo dei tutori della legge e degli studenti in un impegno continuo per una società in cui le pari opportunità possano naturalmente permeare le scelte quotidiane in ogni campo”. “L’evento di lunedì – conclude Guerri – sarà l’occasione per una riflessione speciale che siamo onorati di poter proporre al pubblico tifernate e per la quale esprimo un sentito ringraziamento a tutti i protagonisti, agli organizzatori e al comitato di Città di Castello della Croce Rossa Italiana che, nel nome di una causa importante come quella del sostegno alle donne e ai loro diritti, si sono messi in gioco con impegno, sensibilità e generosità”. L’iniziativa è stata riconosciuta come evento formativo dall’Ordine degli Avvocati di Perugia, con l’attribuzione di crediti ai legali partecipanti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*