Umbertide, morosità dei consiglieri, la Lega prende posizione

Umbertide, morosità dei consiglieri, la Lega prende posizione “Il Pd si autoproclama paladino della giustizia, quando invece per decenni, con le sue lotte interne ha tenuto sotto scacco una città, impedendole di crescere e di sviluppare le sue potenzialità”. Ad affermarlo la Lega di Umbertide che risponde così alle accuse del Pd circa le morosità di alcuni consiglieri.

“Al Pd che continua a dare lezioni su materie dove è stato inerte per decenni, vogliamo chiedere come mai, durante gli anni di governo, non ha mai svolto analoga opera di controllo. Non ci risultano, infatti, accessi agli atti da parte loro ciò nonostante vogliamo comunque raccogliere in modo costruttivo l’iniziativa di un partito alla deriva che, non trovando più consenso tra i cittadini, si eleva a “paladino della giustizia”.

Rispetto al problema delle morosità – si legge nella nota – esso non può riguardare casi ad hoc e mirati, ma tutti i cittadini e le loro posizioni nei confronti dell’ente. Daremo indicazioni al governo locale di essere maggiormente incisivo nella verifica delle morosità di tutti.

Siccome la Lega non cerca primogeniture è pronta ad accogliere proposte anche delle opposizioni nell’ottica dello sviluppo del territorio e della trasparenza, ma per quanto concerne la verifica delle morosità crediamo che tutti, cittadini compresi, sapranno riconoscere i meriti di chi ha incentivato l’operazione e gli eventuali “demeriti” che, come Lega, potremo anche decidere di far valutare nelle sedi legali opportune”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*