Nasce la Fondazione Progetto Valtiberina

Nasce la Fondazione Progetto Valtiberina

Nasce la Fondazione Progetto Valtiberina

Un nuovo fondamentale passaggio nel percorso di crescita di Progetto Valtiberina. Lo scorso sabato 7 maggio, nell’assemblea convocata presso il centro congressi “La Fortezza”, i soci dell’Associazione hanno approvato il nuovo statuto con il quale viene definitivamente sancito il passaggio a Fondazione. I dettagli fondamentali dell’operazione sono stati illustrati nel corso di un’esaustiva relazione dal presidente David Gori, al quale hanno fatto seguito gli interventi e le considerazioni di alcuni soci di Progetto Valtiberina.

Una realtà nata nel 2015 a Sansepolcro che in questi anni ha contribuito a promuovere la crescita qualitativa dell’intera Alta Valle del Tevere attraverso numerose iniziative di carattere ambientale, sociale ed economico organizzate durante tutto l’anno e con la collaborazione trasversale di enti locali, associazioni e privati. “Una trasformazione che consentirà a Progetto Valtiberina di evolversi in qualcosa di più strutturato ed utile al territorio – spiega Gori – In questa prima fase di vita, siamo stati impegnati su più fronti attraverso varie attività. Proprio il successo riscosso dalle diverse iniziative, con il coinvolgimento del territorio sia a livello di istituzioni che di cittadinanza e associazioni, ci ha portato ad elaborare questo passaggio a nostro avviso non più rimandabile. Notevoli input, in questo senso, sono arrivati durante il periodo della pandemia, nel quale abbiamo avuto modo di mettere bene a fuoco le nostre linee programmatiche. La Fondazione continuerà ovviamente a portare avanti le principali progettualità, penso ad esempio al “Festival dei Cammini di Francesco”, alle “Botteghe Artigiane” o “Adotta una Pianta”. Tutte attività che stanno avendo dei nuovi sviluppi e che vedranno importanti novità fin dall’avvio del nuovo percorso”. Un’organizzazione rinnovata al servizio del territorio Con la trasformazione in Fondazione, Progetto Valtiberina dà oggi avvio ad un processo di evoluzione interna che, al netto della maggiore solidità a livello di governance, consentirà nuovi percorsi partecipativi per tutti coloro che vorranno aderire al progetto ed entrare in modo strutturato all’interno dell’organizzazione. Scendendo nel dettaglio, la nuova struttura prevede l’articolazione di vari organi che, oltre a svolgere le funzioni proprie stabilite dallo statuto, avranno il ruolo di dare adeguata rappresentatività ai diversi soggetti che aderiranno alla fondazione stessa: partecipanti promotori, sostenitori, ordinari e onorari. Un percorso che vede come interlocutori privilegiati anche e soprattutto i principali protagonisti del mondo economico.

“Da sempre, la nostra organizzazione ritiene che processi di trasformazione radicale e sviluppo dei territori e delle comunità non possano prescindere dal coinvolgimento attivo di tutti i soggetti interessati, compresi gli imprenditori locali – spiega Massimo Mercati, socio fondatore di Progetto Valtiberina – In questa fase vogliamo porci come un soggetto competente del terzo settore grazie al quale gli imprenditori possano generare impatti positivi sui territori e sulle comunità di riferimento. Le imprese che aderiscono alle nostre iniziative, infatti, hanno la possibilità di avviare percorsi sistemici di miglioramento delle performance in termini di sostenibilità ambientale, economica e sociale. L’evoluzione da Associazione a Fondazione di partecipazione appare dunque un passaggio dovuto per dotare la nostra organizzazione di una struttura adeguata in vista delle prossime sfide”. “Primavera 2021”: la base da cui partire Quali obiettivi e prospettive di sviluppo per la neonata Fondazione Progetto Valtiberina? Già prima di questa revisione statutaria, nei primi mesi del 2021, l’allora associazione aveva dato avvio ad un percorso condiviso di definizione degli obiettivi per il medio-lungo periodo. Un’attività che si è tradotta nella redazione di un documento programmatico denominato “Primavera 2021”, disponibile sul sito di Progetto Valtiberina al seguente link http://www.progettovaltiberina.it/ primavera-2021/.

Le proposte sviluppate in “Primavera 2021” derivano da una profonda conoscenza del contesto di riferimento. La Valtiberina toscana e l’Alta valle del Tevere umbra sono aree che vanno a definire un territorio con caratteristiche eterogenee che però al suo interno presenta molte assonanze: attrazioni naturalistiche, esperienze culturali, radicamento delle tradizioni, vocazioni turistiche, eccellenze imprenditoriali, sono solo alcuni degli elementi comuni a tutto il contesto d’intervento. “Primavera 2021” vuol essere un mezzo per far dialogare queste assonanze. Un veicolo attraverso il quale mettere a disposizione del dibattito pubblico idee e prospettive per la definizione di modelli innovativi di sviluppo dei nostri territori e delle nostre comunità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*