Monsignor Luciano Paolucci Bedini sarà anche vescovo Diocesi di Città di Castello

 
Chiama o scrivi in redazione


Monsignor Luciano Paolucci Bedini sarà anche vescovo Chiesa di Città di Castello

Monsignor Luciano Paolucci Bedini sarà anche vescovo Chiesa di Città di Castello insieme a quella di Gubbio. Le Cattedrali delle diocesi di Gubbio e Città di Castello hanno ospitato in contemporanea un momento di preghiera e l’annuncio che il vescovo Luciano Paolucci Bedini sarà pastore anche della Chiesa tifernate. I Vescovi della Conferenza episcopale umbra assicurano a monsignor Luciano Paolucci Bedini, chiamato dal Santo Padre a reggere la Chiesa di Città di Castello insieme a quella di Gubbio, la loro fraterna preghiera per il nuovo servizio ecclesiale. A monsignor Domenico Cancian la viva gratitudine e l’ammirazione per il generoso e sapiente ministero episcopale svolto nella Diocesi tifernate e nella nostra regione.



Le felicitazioni del sindaco Luca Carizia e dell’Amministrazione Comunale di Umbertide a Sua Eccellenza Monsignor Luciano Paolucci Bedini per la sua nomina a Vescovo di Città di Castello e i ringraziamenti a Monsignor Domenico Cancian per i suoi 15 anni di Episcopato

Il sindaco Luca Carizia e l’Amministrazione Comunale tutta porgono al Vescovo di Gubbio Sua Eccellenza Monsignor Luciano Paolucci Bedini, le più sentite felicitazioni e il più vivo augurio di buon lavoro a seguito della sua nomina a Vescovo della Diocesi di Città di Castello, unendo così in “persona episcopi” le due Diocesi.

Monsignor Paolucci Bedini in questi anni di Episcopato ha mostrato una grande forza, stando vicino ai territori e ascoltando le necessità dei fedeli, saldando ulteriormente il legame tra Umbertide e la  Diocesi di Gubbio, guidata dal 1989 al 2004 da un illustre umbertidese come l’indimenticato Vescovo Monsignor Pietro Bottaccioli.

A Sua Eccellenza Monsignor Domenico Cancian, va la più alta gratitudine per questi 15 anni alla guida della Diocesi di Città di Castello durante i quali ha svolto una missione pastorale intensa e di grande valore dimostrata dall’affetto e dalla stima che ha saputo inculcare nel cuore del popolo che ha guidato.


“Ringraziamo con profonda riconoscenza monsignor Domenico Cancian per i 15 anni di mandato pastorale nella Diocesi di Città di Castello e diamo il benvenuto nelle nostre comunità al nuovo vescovo monsignor Luciano Paolucci Bedini, con l’auspicio di una proficua collaborazione nel servizio alla collettività a cui lavoreremo presto insieme”. E’ il messaggio dei sindaci di Città di Castello, Citerna, Monte Santa Maria Tiberina, Montone, Pietralunga, San Giustino e Umbertide nel giorno dell’ufficializzazione della decisione di Papa Francesco di nominare vescovo di Città di Castello sua eccellenza monsignor Luciano Paolucci Bedini, unendo “in persona episcopi” le sedi diocesane di Città di Castello e di Gubbio. Primi cittadini e amministratori dei comuni della Diocesi hanno partecipato in mattinata all’incontro convocato da monsignor Domenico Cancian nella cripta della Cattedrale di Città di Castello per comunicare la notizia al clero e alla comunità dei fedeli. Nell’occasione monsignor Cancian, che nel rispetto del diritto canonico al compimento dei 75 anni ha presentato al Santo Padre le dimissioni per raggiunti limiti di età, ha reso noto di essere stato nominato amministratore apostolico della Diocesi di Città di Castello dal cardinal Marc Ouellet, prefetto della Congregazione per i vescovi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*