Montone, si rinnova l’appuntamento con il programma “Erasmus+”

Montone, si rinnova l’appuntamento con il programma “Erasmus+”

“Culture goes through the stomach”, la cultura passa attraverso lo stomaco: è il titolo dell’evento che ha visto protagonisti a Montone venti ragazzi provenienti da Italia, Turchia, Lettonia e Cipro. Un’esperienza formativa realizzata nell’ambito del programma di mobilità europea “Erasmus+”, che si ripete ormai da anni nel borgo dell’Alto Tevere. Si tratta di uno scambio interculturale sponsorizzato e reso possibile dal programma europeo nato nel 2014, che permette ai giovani under 30 di fare esperienze all’estero seguendo dei corsi basati sull’educazione non formale. Il progetto si è svolto nella prima metà del mese di aprile e la sua tematica è stata incentrata sul cibo come efficace veicolo di integrazione fra diverse culture e, allo stesso tempo, come identità culturale e storica.

Un argomento molto attuale, soprattutto in questo delicato contesto storico dove integrazione e convivenza sono sempre più difficili. Nonostante Cipro, Italia e Turchia condividano la stessa dieta mediterranea, ci sono sostanziali differenze di approccio al cibo e allo “stare in tavola” dovute alle diverse tradizioni, soprattutto se confrontate con quelle dell’ex stato Sovietico.

Insieme per circa una settimana, i ragazzi hanno scambiato idee e opinioni, praticato attività, discusso di cibo, cucinato e visitato aziende agricole. Inoltre, hanno avuto l’occasione di conoscere posti nuovi, tradizioni e storia locali attraverso diverse visite e interazioni con la popolazione. Durante la permanenza i giovani hanno incontrato il sindaco di Montone che, come sempre, si è dimostrato disponibile e ospitale, accogliendo il gruppo e discutendo con i giovani sul tema oggetto di studio.

Da sottolineare come il progetto ha assunto un’ulteriore valenza per il fatto di aver ospitato due nazioni, Turchia e Cipro, che da anni sono in conflitto geopolitico fra loro: a dispetto di ciò, i ragazzi si sono dimostrati incredibilmente propositivi e hanno dato un eccellente esempio di possibile convivenza fra due diverse etnie. Il progetto è stato organizzato dall’Associazione Culturale Gentle Giant di Ardea (Rm), ormai al suo sesto evento internazionale nell’Alta Valle del Tevere negli ultimi cinque anni.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*