Iva Zanicchi Città di Castello sulle orme di Alberto Burri e Monica Bellucci

Iva Zanicchi Città di Castello sulle orme di Alberto Burri e Monica Bellucci Sono stati Alberto Burri e Monica Belluccigli ambasciatori ideali che hanno portatoIva Zanicchi a Città di Castello per l’anteprima nazionale del nuovo tour “Una vita da Zingara”, organizzata in due serate da Sogepu, con il patrocinio del Comune,giovedì 1 e venerdì 2 novembre, alle ore 21.00, al Teatro degli Illuminati.

Nella conferenza stampa di stamattina nella residenza municipale tifernate, la diva ha raccontato di aver avuto l’opportunità di conoscere personalmente i personaggi più celebri ai quali la città ha dato i natali, nel corso di una carriera che le ha permesso di incontrare grandi cantanti, ma anche artisti, i poeti, intellettuali ed esponenti politici tra i più noti al grande pubblico.

“Ho avuto la fortuna di conoscere Alberto Burri a Roma in un incontro piacevolissimo con quello che considero un grandissimo pittore, che mi regalò un quadro al quale ero molto legata perché adoravo collezionare opere d’arte e che purtroppo mi è stato sottratto da casa”, ha raccontato Zanicchi, che ha espresso il desiderio di approfittare del soggiorno a Città di Castello per visitare le due collezioni del maestro gestite dalla Fondazione Albizzini, oltre che per gustare latrifola di cui è ricco il territorio e che sarà protagonista della “Mostra del tartufo” dall’1 al 4 novembre.

“Monica Bellucci è una donna bellissima, una delle più belle al mondo – ha detto Zanicchi – ma vi dico che è anche brava, come ho avuto modo di scoprire nel film ‘L’ultimo Capodanno’ di Marco Risi dove avevo una piccola parte e una volta a ‘Domenica In’, dove davvero ha conquistato tutti, non solo con il suo aspetto, ma anche con la sua straordinaria semplicità”.

I due aneddoti hanno impreziosito un incontro con i giornalisti nel quale Zanicchi ha confermato la grande personalità e lo spessore artistico che l’hanno resa famosa e le hanno permesso di affermarsi al cospetto degli spettatori dei teatri più prestigiosi al mondo, ma anche la schiettezza e la simpatia contagiose che la fanno amare dagli appassionati di musica e dal pubblico televisivo.

“Città di Castello è meravigliosa, la gente è cordiale e si mangia davvero bene, ma ho scoperto un Teatro degli Illuminati bellissimo, una vera bomboniera, che ha tutto per dare vita a una bella esibizione”, ha affermato Zanicchi, che ha presentato lo spettacolo “Una vita da Zingara”, che con cui  in inverno toccherà le principali città italiane, sottolineando che ci saranno tante canzoni del suo repertorio e di grandi interpreti come Giorgio Gaber, Fabrizio De André, Domenico Modugno e  Charles Aznavour, con cui duetterà virtualmente grazie a un maxi schermo, ma anche tanta ironia, in un racconto delle storie della vita privata e delle pagine del suo percorso professionale che passerà attraverso gli incontri, gli scontri, ma anche la quotidianità familiare e i ricordi delle molteplici esperienze artistiche “vissute – come ha puntualizzato – come una nomade, in giro per il mondo”.

“Per noi è un onore e un vero piacere poter ospitare un’artista così importante e conosciuta nella nostra città e nel nostro teatro comunale, che è spettacolare e speriamo possa davvero essere un valore aggiunto per un evento che ha destato grande interesse e prenotazioni tali da richiedere di organizzare addirittura una seconda data”, ha affermato il vice sindaco e assessore alla Cultura Michele Bettarelli, che a nome del sindaco Luciano Bacchettaha ringraziato l’amministratore unico di SogepuCristian Goracci e il maestro Fabio Battistelli per aver reso possibile questa opportunità.

“Siamo veramente felici di poter ospitare due spettacoli di grandissima qualità al teatro comunale, che vogliamo valorizzare nell’ambito della nostra gestione per aprirlo sempre più alla cittadinanza farne un luogo di incontro e un punto di riferimento per personaggi importanti, nel nome di una vocazione a essere laboratorio artistico che la città e questo magnifico scrigno hanno storicamente sempre avuto”, ha sottolineato Goracci, mentre Battistelli ha ribadito: “possiamo dire di essere fortunati, perché abbiamo con noi una grande artista che fa musica bella e sono sicuro che il pubblico sarà soddisfatto”.

Dopo il tutto esaurito della prima esibizione programmata a Città di Castello per venerdì 2 novembre, Iva Zanicchi ha concesso la seconda data di giovedì 1 novembre per la quale sono ancora disponibili biglietti.

Al pubblico tifernate sono state riservate in esclusiva condizioni vantaggiose per l’acquisto dei tagliandi che saranno in vendita al costo di 15 euro per la platea e per i palchi centrali dei primi tre ordini e al costo di 10 euro per i palchi laterali e del quarto ordine.

I biglietti potranno essere acquistati direttamente presso il botteghino del Teatro degli Illuminati dalle ore 17.00 alle 19.30 di martedì 30 e mercoledì 31 ottobre (giornate nelle quali potranno essere ritirati i tagliandi prenotati in prevendita), giovedì 1 e venerdì 2 novembre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*