E78, FCU, piastra logistica e Umbria Airlink per sviluppo Altotevere

e78

E78, FCU, piastra logistica e Umbria Airlink per sviluppo Altotevere

Nel giorno dell’annuncio della riapertura dopo 5 anni della stazione FCU di Sant’Anna a Perugia, la Lega organizza un incontro-dibattito a San Giustino con l’assessore regionale Enrico Melasecche e il Sottosegretario per il Lavoro e le Politiche sociali Tiziana Nisini per ribadire quanto trasporti e infrastrutture siano fondamentali per il rilancio economico e non solo dell’Umbria. Una Regione che fino a pochi anni fa era abbandonata a sé stessa e isolata dal resto d’Italia a causa dell’incapacità del Partito Democratico di sviluppare strategie vincenti, grazie al lavoro della Giunta Tesei e della Lega oggi registra una lunga serie di iniziative di potenziamento della rete viaria e ferroviaria e di valorizzazione delle infrastrutture.

La E78, opera fondamentale per il territorio dell’Alta Valle del Tevere, è finalmente ripartita nonostante che da un anno e mezzo il Ministero dell’Ambiente non ha ancora dato parere favorevole sulla valutazione impatto ambientale per ciò che concerne la galleria della Guinza – ha spiegato l’assessore Melasecche – La E78 si inserisce perfettamente con l’assegnazione della gestione della piastra logistica di Città di Castello che costituirà un volano fondamentale dello sviluppo di tutta dell’intero territorio alto Tiberino. Entro la fine dell’anno procederemo alla pubblicazione della gara del TPL sanando anni di illegalità derivante dalla gestione del trasporto locale con atto d’obbligo, evitando, così, che la nostra Regione sia sanzionata con una multa di cinque milioni di euro. Il 13 settembre riprenderà il traffico ferroviario tra Ponte San Giovanni e la stazione di Sant’Anna; a questo si aggiunge la velocizzazione entro giugno 2023 della tratta ferroviaria tra Città di Castello e Ponte San Giovanni con l’attivazione del sistema ERMTS. Entro il 2026 verrà riattivata, con 163 milioni del Pnrr, completamente la tratta della Fcu Terni – San Sepolcro, con la valorizzazione turistico ricettiva di 15 stazioni attraverso il finanziamento di quindici milioni di euro del bando nazionale PINQUA. All’aeroporto prossimamente si realizzerà l’Umbria Air Link che consentirà il miglioramento dei principali territori della nostra Regione con l’aeroporto regionale di Sant’Egidio”.

Il Sottosegretario Nisini ha ringraziato l’assessore Melasecche e la Regione Umbria, “perché finalmente torneranno i treni a Sansepolcro entro il 2026. 163 milioni (fondi PNRR) che saranno destinati alla modernizzazione, messa in sicurezza e ritorno alla fruibilità della tratta, conosciuta anche come ex ferrovia centrale umbra da Terni a Sansepolcro. Un confronto interessante che mette al centro la necessità di rapporti e interlocuzioni sempre più stringenti tra le regioni”.

Presente all’incontro il segretario regionale Virginio Caparvi: “Pochi anni fa la sinistra in Umbria affidava 500mila euro a compagnie aeree che non avevano l’autorizzazione al volo e con i soldi degli umbri si sponsorizzavano i paesaggi della Toscana. Oggi l’Aeroporto San Francesco sta polverizzando tutti i record di passeggeri e l’Umbria ha prodotto una campagna pubblicitaria che sta contribuendo in maniera determinante allo sviluppo del turismo e dell’immagine della regione a livello internazionale”.

Il senatore Luca Briziarelli ha sottolineato che “per la prima volta c’è in Umbria una giunta regionale che sta affrontando in maniera strategica la questione trasporti e sta facendo la differenza. La Lega ha sempre lavorato in tal senso: quando è stato approvato lo sblocca cantieri, il decreto 32 del 2019, c’eravamo noi al governo ed è quello insieme al ‘semplificazioni’ del 2020 che ha permesso di nominare 14 commissari per 38 opere e sbloccare 14,6 miliardi di interventi”.

Il consigliere regionale Manuela Puletti ha parlato di “una vera svolta imposta dall’assessore Melasecche sul tema dei trasporti e infrastrutture. La piastra logistica, il recupero della FCU, l’impegno per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per il ripristino della galleria della Guinza ne sono testimonianza”, mentre il collega Valerio Mancini ha puntato l’attenzione sul voto del 25 settembre: “Appuntamento che ci pone davanti due idee di Italia, quella del “no” che mette i paletti, frena i progetti, rallenta il progresso e quella del “si” che lavora, che crea opportunità, tenendo conto delle sensibilità ambientali, ma procedendo sulla via dello sviluppo dei territori”.

In rappresentanza della Lega Toscana il consigliere regionale Marco Casucci e il segretario Lega Valtiberina Luca Ciavattini i quali hanno sottolineato la “pochezza politica della sinistra che amministra la Toscana e non riesce a dare risposte alle situazioni di criticità relative alla E78 e alla E45 e a quelle riguardanti la chiusura del tratto ferroviario di Sansepolcro e del viadotto Puleto. In Umbria si viaggia a una velocità diversa, l’impegno della Giunta Tesei è evidente e i risultati si vedono”.

Presenti all’incontro il consigliere comunale di San Giustino Corrado Belloni, il segretario di Città di Castello Giorgio Baglioni, ha moderato l’Ing. Alessio Silvestrelli.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*