Covid-19 Città di Castello: “6 nuovi positivi e 2 guariti, chiuse alcune classi”

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid-19 Città di Castello: "6 nuovi positivi e 2 guariti, chiuse alcune classi"

Covid-19 Città di Castello: “6 nuovi positivi e 2 guariti, chiuse alcune classi”

“Oggi i dati parlano di 6 nuovi positivi e 2 guariti per cui il numero complessivo nel territorio comunale è di 36 positivi, numeri relativamente tranquillizzanti in un contesto regionale complesso. Dobbiamo accentuare il lavoro di tracciamento ed esercitare la massima prudenza perché in Umbria c’è stato un aumento del 250% di casi, ponendoci al quarto posto su scala nazionale. Dobbiamo intervenire soprattutto sull’aspetto sanitario. I ricoverati sono 29, nessuno tifernate e i positivi di ieri sono tutti in isolamento domiciliare. Sono state chiusE alcune classi scolastiche in isolamento domiciliare dopo che sono stati trovati alcuni casi. Ciò non vuole che anche tutti gli altri siano positivi. La misura di chiusura è prudenziale. Il Covid ha una capacità di contagio elevati e pur non presentando per ora particolare pericolosità, più cresce il numero dei contagiati, più diventa difficile il lavoro di ASL. La querelle di ASL sugli ospedali COVID è terminati: Pantalla e Spoleto saranno ospedali COVID, pur mantenendo alcune funzioni. Noi abbiamo 30 posti, di cui 29 occupati, rimangono fuori dalla problematica Covid Gubbio e Branca. Oltre al virus continuano ad esserci anche le altre malattie. L’organizzazione sanitaria deve fronteggiare la domanda di salute su un ampio spettro. Ribadiamo il nostro grande ringraziamento agli operatori sanitari per il lavoro svolto. Teniamo alta la guardia e rispettiamo le misure di distanziamento sociale e di igiene personale. Evitiamo spostamenti non necessari e le forze dell’ordine stanno monitorando il territorio ma quello che conta è la responsabilità personale, agire in sicurezza e osservare le precauzioni. Questa ondata autunnale è suscettibile di altre impennate”. Lo dichiara il sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*