Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Città di Castello 

 
Chiama o scrivi in redazione


Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Città di Castello 

Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Città di Castello 

di Lucrezia Fioretti

I Carabinieri della Compagnia di Città di Castello continuano con i controlli su strada, volti a prevenzione e repressione dei reati, ma anche al rispetto delle regole anti-Covid.

Durante la pandemia, infatti, l’attenzione è stata rivolta per lo più ai servizi commerciali che hanno ripreso le loro attività, controllando così d evitare gli assembramenti.
120 le persone controllate, presso oltre i 100 esercizi monitorati nel territorio della Compagnia dei Carabinieri, non sono state tuttavia rilevate situazioni particolarmente complesse. È bastato invitare quelle poche persone “disattente” al rispetto delle regole, senza l’uso delle contravvenzioni.

Prosegue anche l’attività di contrasto a spaccio e consumo di stupefacenti, che ha visto i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile segnalare un 19enne del tifernate, trovato in possesso di una modica quantità di sostanza stupefacente. A suo carico i Militari hanno proceduto anche all’immediato ritiro della patente di guida.

LEGGI ANCHE – Finanza, Generale Lipari incontra sindaco di Città di Castello

I Carabinieri della Stazione di Città di Castello, nei giorni scorsi hanno denunciato alla Procura della Repubblica un’italiana di 47 anni e un indiano di 24 anni, la prima domiciliata a Lecco, il secondo senza fissa dimora. I due sono responsabili dell’ipotesi di reato di truffa a danno di un 60enne del posto.

Avrebbero infatti messo in vendita su un sito web una macchina combinata per la lavorazione del legno, facendosi versare dal tifernate la somma di euro 660, senza però provvedere all’invio dell’articolo. L’uomo, quindi, si è rivolto ai Carabinieri e dopo una rapida indagine i due truffatori sono stati individuati.

Nell’ambito del contrasto di guide pericolose, i Carabinieri della Stazione CC di Trestina hanno denunciato in stato di libertà un 52enne di origine rumena per guida in stato di ebbrezza alcolica. L’uomo ha rifiutato di sottoporsi agli accertamenti per la verifica dello stato di alterazione dovuto all’abuso di sostanze alcoliche, incorrendo successivamente nel ritiro della patente di guida.

Infine, nella serata di ieri, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, in collaborazione col personale della polizia Locale di San Giustino, hanno denunciato in stato di libertà un 59enne residente a Città di Castello, già noto alla Forze dell’Ordine, per l’ipotesi di reato di minaccia, resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale.

L’uomo, in un evidente stato di alterazione dovuto all’abuso di sostanze alcoliche, ha ripetutamente ingiuriato e minacciato i componenti delle due pattuglie che lo hanno fermato, cercando di allontanarsi per sottrarsi al controllo. È stato poi condotto presso gli uffici della Compagnia di Città di Castello e denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per i reati a lui ascritti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*