Ex Fcu, Lignani Marchesani di Fratelli d’Italia chiede chiarezza

Ex Fcu, Lignani Marchesani di Fratelli d’Italia chiede chiarezza

Ex Fcu, Lignani Marchesani di Fratelli d’Italia chiede chiarezza Con una interrogazione il capogruppo di Fratelli d’Italia Andrea Lignani Marchesani chiede al sindaco Luciano Bacchetta di portare elementi conoscitivi certi sulla situazione della ferrovia ex Fcu. Nel documento il consigliere di minoranza domanda se sia confermato “l’effettivo reinizio dei viaggi su ferro lungo la tratta della ex Fcu Città di Castello – Ponte San Giovanni a partire da lunedì 8 ottobre 2018” e sollecita il primo cittadino a “una richiesta di chiarezza sulla tempistica del ripristino della tratta Sansepolcro-Città di Castello alla Regione Umbria e a Umbria Mobilità”.

Nel ricordare che “in data 10 settembre è stato compiuto una sorta di viaggio inaugurale da Città di Castello a Ponte San Giovanni lungo i binari della ex Fcu con l’annuncio del ripristino delle corse su ferro limitatamente al tratto sopracitato”, Lignani Marchesani rileva come “detto ripristino sia stato annunciato per il 12 settembre e poi posticipato al 24 settembre, in un primo momento solo per il tratto Città di Castello-Umbertide, poi per tutto il percorso annunciato con l’intempestivo viaggio inaugurale”.

LEGGI ANCHE: Fcu, si apre il cantiere su tratta ferroviaria Umbertide Città di Castello

Alla luce della risposta scritta all’interrogazione presentata il 30 agosto ricevuta lo scorso 17 settembre, Lignani Marchesani evidenzia la necessità di esplicitare le informazioni sulla effettiva riapertura della tratta Città di Castello-Ponte San Giovanni, per la quale si parla di “una consegna del soggetto attuatore RFI a Umbria Mobilità  nella data di lunedì 24 settembre e di ulteriori due settimane per l’ultimazione delle verifiche da parte della direzione di esercizio”, e sulla riattivazione della tratta Città di Castello-Sansepolcro, per la quale “emergerebbero seri interrogativi sulla fruibilità futura in breve tempo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*