Altotevere, condannato il giostraio che molestava le tredicenni

Altotevere, condannato il giostraio che molestava le tredicenni

Altotevere, condannato il giostraio che molestava le tredicenni

E’ stato condannato a quattro anni e otto mesi di reclusione per aver molestato sessualmente tre tredicenni in cambio di giri in giostra. Il pubblico ministero Paolo Abbritti aveva sollecitato la condanna a sei anni di reclusione. Così al giostraio di 48 anni dell’Altotevere, ma originario di Fano. Il fatto scoppiò nella primavera scorsa e ad accorgersi di tutto è stata la scuola di una delle ragazzine. La giovane raccontò ai genitori della chat del gruppo dei ‘Calciinculo’, le proposte a sfondo sessuale, le foto, i toccamenti.

E così la famiglia fa una denuncia e i carabinieri della compagnia di Città di Castello eseguono una perquisizione a carico del giostraio. Nel suo telefono alcune fotografie delle ragazzine. Il pm in audizione protetta sente alcune minorenni. Tutte confermano gli abusi. L’uomo offriva giri gratis e quando le ragazze gli lasciavano in custodia il telefonino infilava quando 10, quando 20 euro. Poi in chat chiedeva fotografie e appuntamenti per molestarle.

Il giostraio doveva rispondere di violenza sessuale su minori, di detenzione di materiale pedopornografico e corruzione di minorenni. L’uomo fu bloccato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, ora si trova agli arresti domiciliari. Ieri pomeriggio l’imputato si è presentato davanti al giudice per l’udienza preliminare Lidia Brutti.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*