Aldo Cazzullo a Città di Castello con il suo ‘Il posto degli uomini. Dante in Purgatorio dove andremo tutti’

Appuntamento mercoledi 1 dicembre alle ore 16.30 nella sala dei Fasti di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio

 
Chiama o scrivi in redazione


Aldo Cazzullo a Città di Castello con il suo 'Il posto degli uomini. Dante in Purgatorio dove andremo tutti'

Aldo Cazzullo a Città di Castello con il suo ‘Il posto degli uomini. Dante in Purgatorio dove andremo tutti’

La Divina Commedia “vista” da Aldo Cazzullo. Farà tappa anche a Città di Castello il viaggio attraverso l’Italia in compagnia di Dante Alighieri. Il celebre giornalista-scrittore presenterà la sua ultima fatica letteraria, “Il posto degli uomini”, Dante in Purgatorio dove andremo tutti” (Mondadori – Pag. 288), mercoledi 1 Dicembre alle ore 16,30 nella suggestiva sala dei Fasti di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio.

Fonte: Comune di Città di Castello


Un vero e proprio evento culturale reso possibile grazie alla collaborazione fra il Comune di Città di Castello, la Fondazione Cassa di Risparmio di Città di Castello e gli Istituti scolastici superiori. Appena uscito il secondo libro dedicato al Sommo Poeta (il primo sempre edito da Mondadori, “A riveder le stelle” dedicato all’Inferno dantesco ha superato le 250mila copie) ha già riscosso un grande successo grazie anche alle formula delle presentazioni itineranti e alla bravura dell’autore nel presentarlo.
Questa volta Aldo Cazzullo ci accompagna nella cantica più umana, quella del Purgatorio. Il romanzo della Divina Commedia, dopo l’Inferno, racconta ora il Purgatorio: il luogo del “quasi”, dell’attesa della felicità: che è in sé una forma di felicità. Un mondo di nostalgia ma anche di consolazione, dove il tempo che passa non avvicina alla morte ma alla salvezza. Una terra di frontiera tra l’uomo e Dio, con il fascino di una città di confine.” La presentazione del libro sarà preceduta dai saluti del sindaco, Luca Secondi, che ne evidenzia assieme all’assessore alla Cultura, Michela Botteghi, “la valenza storico-culturale proprio nel momento in cui si parla di ripartenza a tutti i livelli”. “Siamo davvero onorati di ospitare nella nostra città un evento ed una personalità poliedrica come Aldo Cazzullo, giornalista e scrittore apprezzato non solo in Italia.
L’evento si svolgerà nel rispetto delle norme anti-Covid: triage all’ingresso, green passa e mascherine obbligatorie. L’ingresso in sala sarà consentito fino al raggiungimento dei posti consentiti e pertanto è possibile confermare la presenza alla mail: sindaco@comune.cittadicastello.pg.it  entro e non oltre le ore 18.00 di Lunedi 29 Novembre.
Aldo Cazzullo è scrittore e giornalista, nato ad Alba nel 1966. Entra a La Stampa come praticante nel 1988 poi si trasferisce a Roma. Nel 2003 dopo quindici anni a La Stampa, passa al Corriere della Sera dove è inviato speciale ed editorialista. Dal 10 gennaio 2017 è titolare della rubrica delle lettere del Corriere della Sera, succedendo a Sergio Romano.  Ha raccontato i principali avvenimenti italiani e internazionali degli ultimi 25 anni.  Ha dedicato oltre venti libri alla storia e all’identità italiana, sia in chiave critica – come Outlet Italia (2007), L’Italia de noantri (2009) – sia in difesa della storia e delle potenzialità del nostro Paese. Viva l’Italia! (2010), Basta piangere! (2013), Possa il mio sangue servire (2015), Metti via quel cellulare (2017), scritto con i figli, hanno tutti superato le centomila copie; La guerra dei nostri nonni e “A riveder le stelle” le duecentomila.
Il suo ultimo libro è “Il posto degli uomini. Dante in Purgatorio dove andremo tutti”. Ha vinto il premio Estense nel 2006 per I grandi vecchi e, tra gli altri, i premi Fregene, Hemingway, Cinqueterre, il Premio Nazionale Anpi “Benedetto Fabrizi”, il premio letterario “La Tore Isola d’Elba” per il romanzo La mia anima è ovunque tu sia (70 000 copie, pubblicato in Germania da Beck), il Premio Procida-Isola di Arturo-Elsa Morante. Con il libro L’Italia s’è ridesta. Viaggio nel Paese che resiste e rinasce ha vinto il premio Giovanni Spadolini 2013, con Basta piangere! il premio Maria Grazia Cutuli, con La guerra dei nostri nonni il premio Biagio Agnes. Ha vinto inoltre anche il Premio “Buone Notizie 2013”, consegnato a Caserta nel gennaio dello stesso anno. Il 19 settembre 2018 esce Giuro che non avrò più fame. L’Italia della Ricostruzione, edito da Mondadori.
Nel 2020 pubblica “A riveder le stelle. Dante, il poeta che inventò l’Italia”. Dal libro nasce uno spettacolo omonimo, in tour a partire dal giugno 2021, che vede la partecipazione come voce recitante del rocker fiorentino Piero Pelù. Nello stesso anno partecipa al programma televisivo “La caserma” dove ha tenuto due lezioni di storia incentrate sulla Grande Guerra.. Ha due figli, Francesco e Rossana. (fonte Wikipedia)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*