Al Museo Tela Umbra la presentazione del libro di Alba Scaramucci

Un libro di Alba Scaramucci su Alice Hallgarten Franchetti che si intreccia con la storia della città, le conquiste e i diritti delle donne – Presentazione venerdi 13 maggio alle ore 17,30 presso il museo Tela Umbra

Al Museo Tela Umbra la presentazione del libro di Alba Scaramucci

Al Museo Tela Umbra la presentazione del libro di Alba Scaramucci

Un libro di Alba Scaramucci su Alice Hallgarten Franchetti che si intreccia con la storia della citta’, le conquiste e i diritti delle donne – Presentazione venerdi 13 maggio alle ore 17,30 presso il museo Tela Umbra

“Alice carissima ti scrivo…”, è il titolo del volume di Alba Scaramucci (Futura libri) che verrà presentato venerdi 13 maggio alle ore 17,30 presso il museo Tela Umbra per iniziativa dello stesso museo, del Centro Studi Villa Montesca, con il patrocinio del comune di Città di Castello. Oltre all’autrice del libro interverranno il Vicepresidente Consiglio Regionale dell’Umbria, Michele Bettarelli, l’assessore alle pari opportunità, Letizia Guerri, il Presidente Tela Umbra, Pasquale La Gala e il Presidente del Centro Studi e Fondazione Villa Montesca, Angelo Capecci. Coordina l’incontro, la responsabile progettazione educativa centro studi e formazione Villa Montesca, Maria Rita Bracchini.

Alba Scaramucci è nata a Terni e si è laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Perugia. Sposata con Gonario Guaitini, è stata parlamentare eletta in Umbria per tre legislature.

Ha ricoperto numerosi incarichi pubblici ed è stata assessore al Comune di Perugia, città dove vive e lavora. Alba ha già pubblicato per i tipi della Volumia Editrice: Il paese di pietra e altri racconti (1995), Sigillo – La suggestione di un richiamo (1997), Donne (2006), Quei prati chiamati Valmare (2011), La mia amica Laura (2015), Rapsodie per Vittoria Aganoor Pompilj (2019). Ora si è cimentata in questa nuova impresa letteraria dedicandola ad Alice Hallgarten Franchetti, nata alla fine dell’ottocento, scomparsa prematuramente nei primo ventennio del novecento. Donna la cui personalità forte e carismatica, dagli alti ideali, la rendono ancor’oggi attualissima.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*