Volley, Sia Coperture San Giustino vince palazzetto di San Marco

Perde il set iniziale contro la Limmi School Volley Perugia per poi eliminare gli errori e imporre alla distanza la propria superiorità

Volley, Sia Coperture San Giustino vince palazzetto di San Marco

Volley, Sia Coperture San Giustino vince palazzetto di San Marco

PERUGIA – Arriva al palazzetto di San Marco la prima vittoria esterna stagionale della Sia Coperture San Giustino, che perde il set iniziale contro la Limmi School Volley Perugia per poi eliminare gli errori e imporre alla distanza la propria superiorità, dimostrando di aver imboccato la giusta strada nel percorso di crescita del collettivo. Una vittoria piena, quella delle biancazzurre, che prendono ulteriormente quota nella classifica del girone C di Serie B1 al termine di un derby molto combattuto: la formazione locale, trascinata in avvio da una incontenibile Minati, da una positiva Castellucci e dalla solita Cruciani al centro (reparto dove in qualche frangente ha pizzicato anche la ex Francesca Rosa) si è arresa soltanto nella quarta frazione, quando oramai la formazione di Gobbini aveva innestato una marcia in più con la massima disinvoltura.

I dati di ricezione e attacco parlano in favore di San Giustino, con Elisa Mezzasoma sugli scudi (24 punti) anche nel capitalizzare palle sporche, ma con anche una eccellente Valentina Mearini e con Silvia Tosti, ex di turno, che ha garantito il suo prezioso apporto. Il capitano ha saputo esaltarsi anche in ricezione, alla pari di Giorgia De Stefani, stavolta più efficace in questo fondamentale. E nel momento più delicato, la carta vincente si è rivelata l’altra ex, Beatrice Meniconi: il suo ingresso ha ribaltato gli equilibri nel set chiave, il terzo, vinto di misura.

Paolo De Paolis, tecnico perugino, schiera la diagonale Gallina-Minati, con Cruciani e Rosa al centro, Castellucci e Sasso a lato e Pici libero. Gobbini risponde con Stincone in regia, Mezzasoma opposto, Mearini e Iacobbi al centro, De Stefani e Tosti in posto 4 e Marinangeli libero.

È la School Volley che dà il primo strattone al match grazie alla Cruciani (5-3), ma la ricezione e la Tosti producono il sorpasso ed è equilibrio fino all’11 pari; qui, tuttavia, la Sia Coperture si ferma e le padrone di casa innescano la Minati, che piazza due diagonali e altrettanti ace; muro e difesa sono gli altri punti di forza delle perugine, che allungano fino al 21-14 e chiudono la pratica con il parziale di 25-20 sull’ennesimo errore di San Giustino.

Lo 0-1 non scompone la Sia Coperture, che prova l’allungo all’inizio della seconda frazione, anche se la Minati e la Cruciani neutralizzano subito il tentativo di fuga. Sale allora in cattedra la De Stefani, che trascina la squadra fino al 13-10 (anche la Stincone prende bene possesso della cabina di regia) e a quel punto la gestione del vantaggio è affidata alle mani della Mezzasoma e della Tosti, che mette a frutto il servizio e sul 23-17 il pareggio è oramai costruito. Un attacco delle locali finito a rete produce il 25-20 che sentenzia l’1-1.

Formazioni ancora invariate alla partenza del set che, in partite del genere, molto spesso assume un valore decisivo. La School Volley sembra riprendere il controllo della situazione quando una Minati ancora in palla si rende autrice di un muro e di un contrattacco che portano Perugia sul 9-6 e San Giustino si rivela incapace di frenare la spinta avversaria, per quanto la Minati stia cominciando ad accusare un minimo di calo dovuto ai tanti palloni su di lei appoggiati.

La squadra si ritrova sotto di 4 sul 13-17 e sul 16-19 Gobbini decide di concedere respiro alla De Stefani per inserire in seconda linea la Meniconi. Mossa determinante: la 20enne schiacciatrice si distingue in difesa e in battuta, mentre la Mearini e la Mezzasoma in attacco promuovono la riscossa e dall’altra parte si registra qualche errore di troppo. La Sia Coperture capovolge l’inerzia e va sul 23-21, si vede annullare la prima palla set ma non la seconda, beneficiando di un errore delle ragazze di De Paolis che consegna il 2-1 sul 25-23.

Strada in discesa per San Giustino nella quarta frazione: galvanizzate dal vantaggio acquisito, le biancazzurre mettono in mostra la loro veste migliore e i colpi della Mezzasoma scavano subito un primo “fosso” fino al 13-8. La gara ha oramai il destino segnato: la Sia Coperture procede spedita, la School Volley non tiene più il passo e sul 21-12 c’è spazio anche per Eleonora Fastellini. Di Giorgia De Stefani il sigillo al netto 25-13 che chiude il match sul 3-1 e consegna tre importanti punti alla compagine sangiustinese.

“Una gara bella, con squadre molto toniche in difesa, che noi abbiamo vinto giocando anche con intelligenza dopo un avvio stentato, caratterizzato da diversi errori e da una Minati ad alti livelli”. Marco Gobbini, tecnico della Sia Coperture, elogia il comportamento delle sue giocatrici: “Nel momento in cui abbiamo cominciato a limitare la potenza della Minati e a sbagliare di meno – prosegue il coach biancazzurro – la partita si è orientata dalla nostra parte”.

Con Beatrice Meniconi che in questo caso è stata l’arma in più? “Era una fase tanto difficile quanto importante per l’esito della partita: ho optato per lei e i fatti ci hanno dato ragione. Beatrice ha avuto il grande merito di farsi trovare pronta, poi tutto è diventato più facile: nel quarto set abbiamo completamente sbloccato il freno a mano. Comunque sia, tre punti molto sudati, anche se meritati”.

LIMMI SCHOOL VOLLEY PERUGIA: Pici (L1) ricez. 55%, Cruciani 9, Sasso 6, Rosa 6, Minati 20, Castellucci 11, Gallina. Non entrate: Bindella (L2), Patrignani, Nana, Brunelli, Mancini. All. Paolo De Paolis e Sergio Sabatini.

SIA COPERTURE SAN GIUSTINO: Iacobbi 4, Stincone 5, De Stefani 11, Mearini 8, Fastellini, Tosti 13, Mezzasoma 24, Marinangeli (L) ricez. 53%, Meniconi. Non entrate: Leonardi, Giuliani. All. Marco Gobbini e Claudio Nardi.

Arbitri: Dalila Villano di Terni e Beatrice Cruccolini di Perugia.

PERUGIA: battute sbagliate 13, ace 5, muri 7, ricezione 47% (perfetta 19%), attacco 28%, errori 33.

SAN GIUSTINO: battute sbagliate 11, ace 7, muri 4, ricezione 59% (perfetta 16%), attacco 34%, errori 27.

Durata set: 28’, 29’, 29’ e 22’, per un totale di un’ora e 48’.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*