Comitato Altotevere Libero, una Ambulanza per Trestina

Il Comitato Altotevere Libero ha dato il via nei giorni scorsi ad una iniziativa di raccolta firme con lo scopo di chiedere all’Amministrazione Regionale di intervenire per creare sul territorio di Trestina una postazione adibita al trasporto sanitario in condizioni di emergenza, ovvero per avere un’ambulanza che faccia base fissa nella frazione.

Il comprensorio di Trestina, infatti, conta oltre diecimila abitanti distribuiti su un’area molto vasta e distante più di diciassette kilometri dall’Ospedale di Città di Castello: una distanza che difficilmente può essere coperta in meno di venti minuti e che può anche raddoppiare nel caso di chiamate provenienti dalle frazioni più distanti come Volterrano, Morra o San Leo Bastia.

Nei primi giorni da quando è partita l’iniziativa, martedì 20 Gennaio, il Comitato ha già raccolto decine di firme, segno che il problema è molto sentito dalla popolazione del comprensorio.

“Tempi di intervento così lunghi sono francamente inaccettabili” spiega Luca Pogliani, membro del Comitato e promotore di questa iniziativa “La colpa non è certo degli operatori sanitari, ma è una questione fisica: le distanze sono troppo grandi per poter permettere un intervento più rapido, se un’ambulanza deve partire da Città di Castello.

Se invece il punto di partenza fosse Trestina, tutto il territorio del Comune potrebbe essere coperto da un servizio rapido ed efficiente. Per questo stiamo coinvolgendo la popolazione per mandare una richiesta di intervento all’Amministrazione Regionale, che ha specifici compiti di organizzazione del Servizio Sanitario previsti dallo Statuto e dalla Legge Regionale.

Ci auguriamo che la Giunta ed il Consiglio diano ascolto alle istanze più che legittime della popolazione di questo territorio che, per grandezza e popolazione, potrebbe essere addirittura considerato un Comune a sé stante.”

Anche il Consigliere Regionale Cirignoni, a sua volta membro del Comitato Altotevere Libero, ha espresso la sua approvazione nei confronti dell’iniziativa, assicurando il suo impegno per portare avanti la questione anche a livello istituzionale.

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

  1. Questo Comitato è veramente molto attivo. Mi auguro che i cittadini comprendano l’importanza di manifestare pacificamente le proprie idee per far valere i propri diritti e, quindi, di appoggiare i comitati che rimangono l’unica forma possibile ( al di fuori delle logiche di partito) ,per farsi sentire.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*