Strage di pecore in Altotevere, prima o poi i lupi ce li troveremo a casa

I lupi ci sono e stanno aumentando chi ne fa le spese sono soprattutto gli allevatori che quasi quotidianamente perdono capi

Prima o poi i lupi ce li troveremo a casa Strage di pecore in Altotevere

CITTA’ DI CASTELLO – Prima o poi i lupi ce li troveremo a casa!!!» A scriverlo in un post su Facebook con tanto di foto è Giulio Tanci il titolare di un’azienda nell’Altotevere, della frazione di Barzotti, che da Città di Castello porta a Pietralunga. Ieri mattina all’alba ha trovato diversi capi di pecore sbranati dai lupi. L’azienda agricola di Gianni Tanci non alleva solo ovini, ma anche animali da cortile che sono prede predilette dei lupi che non trovando cibo alla macchia scendono a valle e si cibano di tutto ciò che trovano.

I lupi ci sono e stanno aumentando chi ne fa le spese sono soprattutto gli allevatori che quasi quotidianamente perdono capi.  Un caso simile accadde il 18 dicembre scorso anche nell’ambulatorio veterinario di Beatrice Borrani, nella frazione di Regnano a pochi chilometri dal centro della città. In quel caso Bimba, il capriolo mascotte dell’ambulatorio veterinario, amica dei bambini e clienti è stata uccisa dai lupi: stessa sorte purtroppo è toccata al cucciolo Holly ferita gravemente.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*