I Musei di Città di Castello nel circuito Fai per me del Fai

Avere nella rete ‘Fai per me’ la Pinacoteca comunale, ospitata nello storico Palazzo Vitelli alla Cannoniera, rappresenta un fiore all’occhiello

I Musei di Città di Castello nel circuito Fai per me del Fai

I Musei di Città di castello nel circuito Fai per me del Fai
CITTA’ DI CASTELLO – Il circuito museale comunale di Città di Castello entra nella rete del Fai – Fondo Ambiente Italiano, la fondazione senza scopo di lucro che dal 1975 si occupa della tutela e della valorizzazione dello straordinario patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano. È stata firmata infatti la convenzione con il Comune che ufficializza l’adesione al programma nazionale “Fai per me”, già attivo con altre istituzioni culturali del territorio quali Fondazione Burri, Tipografia Grifani-Donati, Tela Umbra.

Rinforziamo la promozione del nostro ricco patrimonio artistico collegandoci al Fai, uno dei soggetti più qualificati e rappresentativi nella valorizzazione delle eccellenze italiane, che localmente si è già distinto per iniziative di impatto culturale e sociale” dichiara Michele Bettarelli, vicesindaco e assessore alla Cultura, specificando che le strutture coinvolte saranno la Pinacoteca e il Centro delle Tradizioni popolari di Garavelle, che da qualche settimana ospita anche il museo malacologico “Malakos”, la collezione privata di conchiglie più grande d’Europa.
Nel dettaglio, la convenzione prevede per tutti gli iscritti al Fai la possibilità di usufruire dell’ingresso ai musei con un biglietto ridotto e di uno sconto del 10% sugli acquisti effettuati nei rispettivi punti vendita. Per avere diritto alle agevolazioni basterà semplicemente esibire la propria tessera Fai.
“Una nuova convenzione con l’obiettivo di promuovere sempre di più il territorio dell’Alta Valle del Tevere su scala nazionale, grazie alla valorizzazione dei luoghi più significativi dal punto di vista storico, culturale e artistico.
Avere nella rete ‘Fai per me’ la Pinacoteca comunale, ospitata nello storico Palazzo Vitelli alla Cannoniera, rappresenta un fiore all’occhiello che arricchisce l’offerta e contribuirà a far conoscere i tesori che la nostra città custodisce” affermano i volontari del Gruppo FAI Città di Castello, ricordando come la Pinacoteca comunale sia stata negli anni passati protagonista di iniziative di valorizzazione promosse dal Fondo Ambiente Italiano quali
“101. Omaggio alla Pinacoteca” in occasione del centenario dell’istituzione del museo, la visita alla stufetta del palazzo durante una delle scorse edizioni della “FaiMarathon” e la conferenza “Archeologia di una città”. Per tutte le informazioni: gruppofaicastello@gmail.com, pagina Facebook “Gruppo FAI Città di Castello”, www.fondoambiente.it.
Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*