Concorso Zangarelli a Città di Castello, non solo musica per la XIX edizione

Si comincia mercoledì 3 maggio, nella Chiesa di San Francesco

Concorso Zangarelli a Città di Castello, non solo musica per la XIX edizione

Anche quest’anno, puntuale come sempre, torna il Concorso Musicale Nazionale “Zangarelli” di Città di Castello, manifestazione riservata agli studenti delle scuole secondarie di primo grado ad indirizzo musicale e ai licei musicali, promossa dalla Scuola media “Alighieri-Pascoli” e giunta ora alla sua 19^ edizione. Il fitto programma di eventi, dal 3 al 5 maggio, è stato presentato nella Sala della Giunta tifernate dal sindaco Luciano Bacchetta, dall’assessore alle politiche scolastiche Rossella Cestini, dal vicepreside della scuola Monica Gaillardi e dal comitato organizzatore composto dai docenti Marcello Marini (direttore artistico), Leonora Baldelli (direttore organizzativo) e Stefano Susini.

A conferma del trend sempre crescente della manifestazione, l’edizione 2017 vedrà la partecipazione di ben 33 scuole (lo scorso anno erano 31), dalla Lombardia fino alla Campania, che porteranno in città più di un migliaio di studenti con famiglie al seguito.

Volevo iniziare rivolgendo il nostro più grande augurio al dirigente scolastico Roberto Cuccolini, assente per problemi di salute, che ha sempre riversato il suo impegno, il suo lavoro e la sua passione in questo Concorso – ha esordito Bacchetta, che ha rivolto il suo plauso a quello che considera “un appuntamento fisso importante nel panorama cittadino di iniziative culturali”. Il sindaco ha poi sottolineato “la grande professionalità dimostrata dagli insegnanti della ‘Alighieri-Pascoli’ nel portare avanti un impegno serio e importante di gestione strettamente legata alla scuola. Il livello qualitativo della manifestazione, giunta non a caso alla 19^ edizione, è cresciuto ancora, così come la compenetrazione tra il concorso e la città. Non dimentichiamo che si tratta di volontariato allo stato puro”.

L’assessore Cestini ha rimarcato il “lustro” che da anni il concorso dà alla città, ricordando la convenzione tra il Comune e il Conservatorio di Perugia, “che permette ai nostri piccoli cittadini di crescere musicalmente. E cosa c’è di meglio di una vetrina come lo Zangarelli, che riporta in città tantissimi ragazzi appassionati del settore?”.

Novità e conferme

Molte le novità di quest’anno illustrate dal direttore artistico Marcello Marini e dal direttore organizzativo Leonora Baldelli: tra queste, anche per ovviare allo spauracchio “terremoto” (che comunque ha appena “lambito” Città di Castello), oltre all’ingresso libero per tutti gli eventi, la scuola ha infatti deciso di decurtare la quota iscrizione del 50% a tutti gli istituti provenienti da Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo (le regioni più colpite dal sisma).

Per coinvolgere appieno la città, in un modo del tutto inedito, gli studenti daranno vita a delle “isole sonanti”, postazioni musicali sparse per il centro storico che allieteranno i passanti. Sempre i ragazzi della scuola, insieme agli insegnanti, saranno protagonisti dell’esperienza di successo dello scorso anno “guide per un giorno”, che li vedrà in veste di “ciceroni” per le varie scolaresche ospiti in città. “Con questo concorso la scuola si fa vita – ha detto la vicepreside Monica GaillardiTutto ciò che viene fatto dentro le aule viene infatti riproposto alle persone, ma in un contesto molto diverso come quello della città”.

Altra importante novità sono le commissioni di tutto rilievo – ha aggiunto Leonora Baldelli – Tra i nomi più importanti spiccano Piero Caraba, direttore del Conservatorio di musica di Perugia, Gino Bergamini, direttore Banda Nazionale Guardia di Finanza, Camillo De Biasi, direttore di coro, Ana Ligia Mastruzzo, direttore reggente Conservatorio Superior de Musica ” Manuel de Falla” di Buenos Aires (inviata e sponsorizzata dal Governo Argentino), Antonio Pantaneschi, direttore d’orchestra, Carlo Pedini, compositore, e Alfredo Gasponi, critico musicale de Il Messaggero”.

Infine – ha puntualizzato Marinioltre alle consuete aule della scuola Pascoli, quest’anno molte esibizioni avranno luogo, per la prima volta, anche nei locali della Scuola comunale di Musica di via XI settembre e nella Chiesa di San Francesco. Da non dimenticare, inoltre, grazie al sostegno della Regione dell’Umbria e Coldiretti, l’inedita degustazione di prodotti tipici locali sotto il Loggiato Gildoni nella giornata finale”.

Programma

Si comincia mercoledì 3 maggio, nella Chiesa di San Francesco e nei locali della Scuola Comunale di Musica in via XI Settembre dove, dalle 15, si esibiranno i licei musicali; alle ore 21,15, invece, nella suggestiva Sala degli Specchi del Circolo tifernate, Jazz Concert con l’Enrico Zanisi Trio (Enrico Zanisi al pianoforte, Dion Kerr alla batteria e Joe Rehmer al contrabbasso).

Giovedì 4 maggio, dopo le esibizioni mattutine e pomeridiane dei solisti e dei gruppi strumentali alla Scuola Pascoli, e i cori e le orchestre alla Chiesa di San Francesco, altro importante appuntamento, alle 21.15, sempre nel medesimo edificio sacro, con il Concerto dell’Orchestra del Liceo musicale “Galizia” di Nocera Inferiore.

La giornata conclusiva di venerdì 5 maggio vedrà, al termine delle esibizioni delle Orchestre e i cori delle scuole secondarie di primo grado, dalle ore 16 circa, degustazioni di prodotti tipici locali al Loggiato Gildoni in Piazza Matteotti. Alle 18 si torna nella chiesa di San Francesco per il concerto della Junior Piano Band, del coro e dell’orchestra della scuola “Alighieri-Pascoli”, insieme all’orchestra della Scuola comunale di musica. Alle 18.30, nella stessa sede, via alla cerimonia finale con premiazioni ed esibizioni delle orchestre e dei cori vincitori.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*