Agenda digitale e fibra ottica, a Umbertide investimenti per 3,5 milioni di euro

La Regione ha avviato un piano di sviluppo della banda larga, che ha visto la posa in opera di 630 km di fibra

Si è tenuto ieri mattina presso il Campus “Leonardo Da Vinci” l’incontro pubblico “Agenda digitale e fibra ottica” finalizzato ad approfondire il tema della banda larga e delle nuove prospettive di sviluppo della comunicazione per imprese, associazioni e privati cittadini. All’incontro sono intervenuti la dirigente scolastica del Campus Da Vinci Franca Burzigotti, il sindaco di Montone Mirco Rinaldi, l’assessore all’Istruzione del Comune di Umbertide Cinzia Montanucci, il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale Sabrina Boarelli, l’amministratore unico di Umbria Digitale Stefano Bigaroni, Ambra Ciarapica, dirigente del Servizio Programmazione strategica dello sviluppo della società dell’informazione e dell’Amministrazione digitale della Regione Umbria e Graziano Antonielli, responsabile del Servizio infrastrutture tecnologiche e digitali della Regione Umbria.

L’iniziativa, fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale, è la prima di una serie di incontri tematici che si terranno sul territorio al fine di approfondire specifiche questioni in vista della redazione del prossimo bilancio di previsione. “Il nostro obbiettivo è quello di confrontarci con associazioni, cittadini ed imprese su idee e progetti in un ottica di sviluppo armonico del territorio – ha affermato il sindaco Locchi – In merito a questo primo incontro abbiamo invitato a partecipare sindaci, dirigenti scolastici, animatori digitali delle scuole ed imprese operanti nel settore Ict, consapevoli di quanto una veloce connessione ad internet per scuole ed aziende e la digitalizzazione della pubblica amministrazione contribuiscano oggi in maniera determinante allo sviluppo e all’innovazione del territorio”. All’incontro erano presenti anche i dirigenti degli istituti scolastici del territorio e i Comuni di Lisciano Niccone e Monte Santa Maria Tiberina.

Dopo i saluti della prof.ssa Burzigotti e di Sabrina Boarelli dell’Usr che hanno rimarcato quanto la banda larga sia importante per il mondo della scuola, e gli interventi dell’assessore Montanucci e del sindaco Rinaldi che hanno espresso tutta la loro soddisfazione nel far parte di un progetto promosso dalla Regione finalizzato a diffondere la fibra ottica sul territorio, Regione Umbria e Umbria Digitale hanno spiegato cosa si sta facendo in tema di agenda digitale e banda larga..

Già dal 2006 la Regione ha avviato un piano di sviluppo della banda larga, che ha visto la posa in opera di 630 km di fibra, e che oggi va ad integrarsi con il piano nazionale per la banda ultralarga promosso dal Governo che mira a coprire con la fibra ottica l’85% degli edifici. A questo proposito sono già stati pubblicati i primi bandi per lo sviluppo e la gestione della rete che si concretizzeranno entro i prossimi quattro anni con importanti investimenti.

Per Umbertide, il piano di sviluppo della banda larga prevede investimenti per un totale di 3,5 milioni di euro e la copertura con internet veloce di 6.622 edifici: i lavori di posa in opera della rete sono in dirittura di arrivo e la fibra ottica verrà attivata a breve (da oggi è in funzione, in via sperimentale, presso il campus Leonardo Da Vinci), consentendo alle strutture pubbliche di connettersi ad internet ad una velocità di 100 mega, ma darà la possibilità anche ai privati cittadini di navigare velocemente, mettendo l’infrastruttura tecnologica a disposizione degli operatori privati della comunicazione che vorranno investire sul territorio.

In merito all’agenda digitale è stata sviluppata una piattaforma per l’innovazione che mira a ridisegnare i servizi in base alle esigenze dei cittadini, ma anche a diffondere una vera e propria cultura digitale e a promuovere l’innovazione sociale ed anche il Comune di Umbertide sta procedendo alla digitalizzazione delle procedure rendendo sempre più snella e veloce la comunicazione tra cittadini e pubblica amministrazione.

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

  1. Nell’attesa dei 100 Mbs per il rimanente 15% degli edifici, c’è comunque la possibilità della connessione satellitare, almeno per i 25 Mbps, come ad esempio con skyDSL.
    skyDSL è una connessione Internet a banda larga via satellite, utile per chi non può avere una connessione veloce tradizionale.
    la consiglierei a tutti gli Italiani che hanno il mio stesso problema di copertura. trovate tutte le info qui:
    http://www.skydsl.eu/it-IT/Internet-satellitare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*